Quotidiani locali

Vai alla pagina su Emotion
Chiffon, echi anni ‘60 e  dopo-sci paillettati: “guida” al Capodanno

Chiffon, echi anni ‘60 e dopo-sci paillettati: “guida” al Capodanno

Le proposte di alcuni dei principali stilisti di casa nostra e i suggerimenti per chi va in vacanza in montagna o al caldo

Che stiate in casa o che andiate ad un party esclusivo, il dubbio su cosa indossare la notte di Capodanno vi assalirà ugualmente. Ma come la Fata Smemorina in Cenerentola, ecco che i nostri stilisti corrono in nostro soccorso con le loro proposte più glamour. Anna Molinari per Blumarine ha creato una collezione celebrativa per i 40 anni del brand, un inno alla gioia che si tramuta in sinuosi abiti ricoperti di paillettes per essere la stella più brillante della serata, o in leggiadri abiti lunghi in chiffon di seta di un rosso lacca benaugurante. Per la linea Blugirl l'ispirazione è anglosassone con echi che vanno dall'epoca vittoriana fino alla “Swinging London” dei ribelli anni '60: velluto di seta si mescola a pizzo valencienne per dare vita ad abiti e mini abiti che mescolano passato e modernità giocando con accessori dal tocco rock come gli anfibi decorati con perle, le stesse perle che impreziosiscono le fibbie delle cinture dal sapore ottocentesco. Ermanno Scervino nella sua collezione mixa sapientemente i classici del guardaroba maschile e di quello femminile dando vita a smoking di pizzo macramé abbinati a robe manteau profilati in raso di seta per sedurre ed intrigare in modo ultra chic. Più coquette, l'abito con bustier sagomato con decorazione di strass su una spallina, lunga e ampia gonna in tulle plumetis e pizzo valencienne di un rosa tenue sdrammatizzato da una fine cintura in vita d'ispirazione militare. Elisabetta Franchi fa rivivere il glamour dell'epoca dei “telefoni bianchi”, quella delle dive del cinema perfette ed inaccessibili, e propone una serie di abiti spettacolari, molto scenici, completamente ricamati in paillettes dorate, ambrate, nere, dai tagli a “vestaglia” o a sirena. Abiti che come accessorio richiedono una forte personalità perché sicuramente non passerete inosservate. Se invece credete che non sia lo stilista a dissolvere la nebbia dei vostri dubbi, ma bensì la location nella quale trascorrerete il veglione di fine anno ecco cosa non dovrà mancare nella vostra valigia o nella vostra 24 ore. Per un capodanno sulle nevi, l'abbinamento piumino, abito da sera e snow-boots è la combinazione giusta (quasi tutte le maison ora propongono dopo-sci colorati, in eco-pelliccia, in vinile o paillettati da indossare anche la sera), se non siete il tipo da abito da sera, una possibile alternativa è indossare un bel maglione in cashmere con motivi jacquard abbinato ad una gonna in tulle o ad un paio di pantaloni tecnici con dettagli in raso e maxi cappotto ad effetto peluche. Se siete così fortunati di passare le vacanze al caldo, nelle boutique sono già presenti le collezioni “resort” che mescolano capi dalle pesantezze differenti e che anticipano già i mood e le tendenze della prossima primavera. Un discorso a parte lo merita la lingerie: la tradizione la vorrebbe rossa, in segno benaugurale, ma sappiamo benissimo
che il rosso si intravede sotto quasi tutti i colori chiari, rischiando di rovinare il più studiato dei look. Quindi via libera al bianco, al nero (se vi vestite di scuro), al color champagne... riservando il rosso solo all'attimo in cui dei vestiti non vi interesserà più nulla.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon