Quotidiani locali

Policlinico di Modena, rivoluzione nella Chirurgia

Oncologia e trapianti al professor Di Benedetto, l’urgenza alla professoressa Gelmini: «Così ospedali più funzionali»

Il 2018 dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena comincia con un’importante riorganizzazione dell’area chirurgica del Policlinico, nell’ottica di una decisa caratterizzazione delle Chirurgie nell’ambito dell’integrazione con l’Ospedale Civile di Baggiovara. In questo contesto, le chirurgie del Policlinico si contraddistingueranno per la vocazione oncologica e trapiantologica.

La Struttura Complessa di Chirurgia 1 diventerà Chirurgia Oncologica, Epato-bilio-pancreatica e dei Trapianti di fegato, assorbendo la preesistente Struttura Semplice in un unico reparto guidato dal prof. Fabrizio Di Benedetto, professore ordinario da ieri.


La sua vocazione sarà soprattutto quella trapiantologica e della terapia chirurgica complessa dei tumori, con particolare riferimento alle affezioni epato-bilio-pancreatiche e al loro trattamento con tecniche mini-invasive e robotiche.

Contestualmente, la Struttura Complessa di Chirurgia 2 diventerà “Chirurgia Generale d’Urgenza e Oncologica” sotto la guida della professoressa Roberta Gelmini, sempre da ieri anche professore ordinario. Il suo orientamento è sarà soprattutto rivolto alle emergenze/urgenze e al trattamento dei quadri patologici ad esse correlati ma anche alla componente oncologica per la quale vanno ricordati il trattamento delle carcinosi peritoneali e delle neoplasie del tratto gastroenterico.

In seno alla Chirurgia Generale d’Urgenza e Oncologica viene istituito un Programma di Chirurgia d’Urgenza, che verrà assegnato al professor Aldo Rossi, professore sssociato.

Il nuovo assetto delle chirurgie del Policlinico ha l’obiettivo di favorire una più funzionale integrazione con quelle dell’Ospedale Civile di Baggiovara, nell’ambito dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena.

Fabrizio Di Benedetto, catanese, classe 1971, si è laureato a Catania nel 1995 e, sempre nella città etnea, ha conseguito la specializzazione in chirurgia nel 2000, e nel 2004 il Dottorato di Ricerca in Oncologia. Lavora al Programma trapianti dell’Azienda ospedaliero – Universitaria di Modena sin dalla sua attivazione, nel 2000, prima nell’equipe del prof. Antonio Daniele Pinna, poi in quella del prof. Giorgio Enrico Gerunda. Dal 2008 è Professore Associato di Chirurgia all’Università di Modena e Reggio Emilia.

Dall’agosto 2013 è Responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale di Chirurgia Oncologica Epato-bilio-pancreatica e Chirurgia dei Trapianti di Fegato nel dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena e dal 1 gennaio 2018 dirige la nuova Struttura Complessa di Chirurgia Epato-Bilio-Pancreatica e Trapianti di Fegato. Vanta esperienze al Jackson Memorial Hospital dell’università di Miami, nell’Unità di Trapianto Multiviscerale e del Fegato, diretta dal dottor A.G. Tzakis e alla Cleveland Clinic Foundation, nella struttura di Chirurgia Epato-Bilio-Pancratica e dei Trapianti (Cleveland, Usa. È responsabile del Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale per la gestione delle patologie eleggibili a trapianto di fegato e delle patologie pancreatiche. È autore di 193 paper sul trapianto di organi solidi, con particolare attenzione ai pazienti affetti da HIV, sulla chirurgia epato-bilio-pancreatica, sulla chirurgia oncologica e sulla chirurgia mini-invasiva e robotica.

Roberta Gelmini, modenese, classe 1966, si è laureata in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Modena nel 1992 e si è Specializzata in Chirurgia nel 1997 sempre nel nostro Ateneo. Vanta diversi stage in centri internazionali, tra cui quello sui trapianti presso la Liver\GI Transplant Division - University of Miami USA (2000), e quello sulla chirurgia laparoscopica maggiore presso Royal Brisbane and Women’s Hospital e Wesley Hospital (dr. Nicholas O’Rourke) – Brisbane Australia (2007). Dal 2004 è Professore Associato di Chirurgia Generale presso Unimore e dal 2008 è Responsabile della Struttura

Semplice di Laparoscopia Chirurgica al Policlinico.

Da ieri dirige la nuova Struttura Complessa di Chirurgia d’Urgenza. Ha all’attivo 5.777 interventi chirurgici di chirurgia addominale e tiroidea di cui 1298 con tecnica mini-invasiva.


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon