Quotidiani locali

Modena, alluvione del 2014 a Bastiglia e Bomporto: tre indagati per disastro colposo

Volge al termine l'inchiseta sulle cause della disastrosa alluvione di quatro anni fa: Ci sarebbero degli indagati. la procura non conferma nè smentisce

Alluvione 2014, il videoracconto di quei drammatici momenti Alluvione 2014, un anno dopo ripercorriamo con le immagini di Gino Esposito i drammatici momenti che hanno visto una fetta della provincia di Modena finire sommersa dalle acque con danni devstanti soprattutto a Bomporto, Bastiglia e alle porte di Modena. VIDEORACCONTO DI GINO ESPOSITO (RIPRODUZIONE RISERVATA)

MODENA. Tra pochi giorni saranno 4 gli anni trascorsi dalla disastrosa alluvione di Bomporto e Bastiglia che ha provocato una vittima e milioni e milioni di euro di danni a case, aziende, luoghi pubblici. E a giorni si dovrebbe concludere l'inchiesta della procura di Modena, con l'ipotesi di reato di disastro colposo. Un'inchiesta nella quale sarebbero tre le persone indagate che rischiano il pocesso

Si tratterebbe dell'allora dirigente dell'Aipo che si occupava del territorio modenese e altre due figure di primo piano nella gestione della manutenzone degli argini e prevenzione di incidenti, come quello tragico del 2014 sul tratto di argini che costeggia il Secchia, a cominicare da quello di San Matteo, la cui rottura originò la disastrosa alluvione

.

Alla conclusione dell'indagini mancherebbero gli ultimi atti, tra cui l'interrogratorio delle tre persone indagate, per permettere al magistrato che indaga di fugare gli ultimi dubbi. 

La notizia di questa indagine non è stata confermata dalla procura, nè smentita. Come noto i rapporti con la stampa sono gestiti dal procuratore capo Lucia Musti, l'unica che può decidere tempi e modi della divulgazione delle informazioni di interesse pubblico. Come sicuramente sono gli sviluppi di questa indagine

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon