Quotidiani locali

“Liberi e uguali” nel distretto ceramico

Da “Possibile” a “Liberi e uguali”. Il comitato nato in città (con competenza anche su tutta l’area del distretto, Fiorano, Formigine, Maranello, Pavullo, Polinago, Palagano, Montefiorino, Frassinoro...

Da “Possibile” a “Liberi e uguali”. Il comitato nato in città (con competenza anche su tutta l’area del distretto, Fiorano, Formigine, Maranello, Pavullo, Polinago, Palagano, Montefiorino, Frassinoro e Polinago) con la vicinanza verso le idee di Giuseppe Civati, ha già la prospettiva di cambiare, così come è cambiato tutto a livello nazionale nei giorni scorsi.

«Sono stato uno dei delegati all’incontro di fusione di Roma – afferma Emilio Marzani, coordinatore del gruppo sassolese – ed in quella sede abbiamo convenuto che “Liberi e uguali”, fosse la sintesi di quanto era nel nostro credo. Nessun padre nobile, di nessuna estrazione: né D’Alema, né Bersani, ma il partito del popolo, senza servi e senza padroni».

La nuova formazione, che ha identificato il presidente del Senato Pietro Grasso come suo primo leader, nata a Roma dalla fusione di Mdp, Si e “Possibile”, vuole essere «la nuova formazione politica che sfiderà i vecchi partiti del centro, della destra e del populismo alle prossime elezioni politiche. Anche nella nostra zona – ha concluso Marzani – il compito sarà lo stesso, con un occhio particolare ai bisogni primari della gente e alla
solidarietà. A questo proposito prossimamente saremo presto ad Amatrice ed Accumoli, due aree terremotate, per portare solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma, una tragedia che anche noi modenesi purtroppo conosciamo bene».
(a.s.)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon