Quotidiani locali

Processo Teseo: 10 anni a Baglio, prescrizione per l'ex sindaco Ralenti

Si è concluso in Tribunale a Modena il procedimento penale più importante di quelli che hanno sconvolto Serramazzoni. In primo grado, tra tante assoluzioni parziali, pesante condanna per il soggiornante obbligato di Polistena. Condannati anche i suoi "collaboratori" e l'ex presidente del Serramazzoni, l'ex calciatore Cornia, per reati minori. Ralenti invece esce indenne, quantomeno perchè la giustizia si è rivelata... lenta

SERRAMAZZONI. Dieci anni di reclusione, anche per corruzione. E' la condanna inflitta dal Tribunale di Modena a Rocco Antonio Baglio (NELLA FOTO), l'ex soggiornante obbligato originario di Polistena che era tra i principali imputati dell'inchiesta Teseo, coordinata dalla Procura di Modena. Siamo a Serramazzoni, dove qualche anno fa il saccheggio urbanistico del territorio e gli appalti particolari erano all'ordine del giorno. Nello specifico l'appalto sul quale si incentrarono le prime indagini era quello dello stadio comunale roccafort di Serramazzoni. Vicende solo in parte sviscerate, tra tentate estorsioni, incendi nei cantieri, minacce consistite anche nel lasciare teste mozzate di animali davanti agli uffici dei destinatari delle minacce. Indagini che per la loro complessità, sono anche state suddivise nei vari processi che si sono sviluppati e di cui l'inchiesta Teseo era certamente la più rilevante. Il tribunale ha inflitto anche  3 anni di reclusione a Marcello Limongelli per tentata estorsione, e tre anni e due mesi a Salvatore Guarna, sostanzialmente per lo stesso reato. Erano considerati gli "scagnozzi" di Baglio. Condannato anche l'ex presidente del Serramazzoni calcio ed ex calciatore, Marco Cornia, che beneficia al tempo stesso di altre assoluzioni parziali. In tutto gli sono stati inflitti un anno e sei mesi, per reati connessi a false fatturazioni. Nessuna condanna invece per l'ex calciatore ed ex imprenditore

Giordano Galli, mentre l'ex sindaco Luigi Ralenti beneficia per  le imputazioni che gli erano ascritte di un non doversi procedere per intervenuta prescrizione. La corte - di primo grado - ha anche stabilito che venga risarcito il Comune di Serramazzoni, costituito parte civile.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro