Quotidiani locali

palagano e pieve 

La Procura chiude le indagini per le presunte tangenti Anas

PALAGANO. Sono arrivati gli avvisi di fine indagini ai due modenesi coinvolti nelle indagini della Procura di Firenze sul presunto giro di tangenti e favori che coinvolge l’ex capo di compartimento...

PALAGANO. Sono arrivati gli avvisi di fine indagini ai due modenesi coinvolti nelle indagini della Procura di Firenze sul presunto giro di tangenti e favori che coinvolge l’ex capo di compartimento Anas Toscana Antonio Mazzeo e l’ex capo servizio amministrativo Anas Toscana Roberto Troccoli, arrestati nel settembre 2015. Domenico Guigli, ex sindaco di Palagano ed imprenditore della Stradedil di Boccassuolo (ora in pensione), e il geometra Paolo Bertini, manager della ditta di costruzioni Crovetti Dante di Pieve hanno ricevuto l’avviso di fine indagini. Ovvero del fatto che i pm Monferini e Mione, nonostante gli interrogatori, hanno ritenuto di non archiviare mantenendo l’imputazione (corruzione per atto contrario ai doveri d'ufficio), che sfocerà poi in una richiesta di rinvio a giudizio. Se il gup accoglierà, allora inizierà il processo.

A entrambi viene contestato solo un episodio. Guigli è accusato di aver dato a Troccoli 20mila euro di mazzette che si sarebbe

spartito al 50% con Mazzeo a fronte di un appalto alla Stradedil di Boccassuolo. Bertini di aver pagato 2mila euro per una vacanza di Capodanno di Mazzeo all’Abetone. «Ci aspettavamo gli avvisi di garanzia - dicono le difese - ma siamo convinti di poter chiarire tutto». (dm)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon