Quotidiani locali

BORSA DI MILANO 

Ferrari ieri ha eguagliato il record a quota 103,8

Dopo l’annuncio del resoconto al 31 dicembre, con i dati decisamente positivi dell’annata 2017, per l’azienda Ferrari due giornate significative alla Borsa di Piazza Affari, dove è stato registrato...

Dopo l’annuncio del resoconto al 31 dicembre, con i dati decisamente positivi dell’annata 2017, per l’azienda Ferrari due giornate significative alla Borsa di Piazza Affari, dove è stato registrato un balzo significativo. Giovedì l’azienda di Maranello ha chiuso a quota 103,2 euro, quotazione molto vicina a quella del record assoluto di 103,8, raggiunto nella seduta del primo novembre scorso.

E ieri il titolo azionario Ferrari ha esattamente eguagliato il tetto record, chiudendo di nuovo a 103,8 euro. Quotazione di grande soddisfazione per i tanti investitori che hanno creduto in questo marchio: Ferrari all’esordio in Borsa era stata quotata 43 euro, per non parlare di chi ha acquistato azioni della Casa di Maranello nel periodo in cui erano cadute fino a 28 euro per risalire poi in maniera graduale.

Nel gennaio dello scorso anno, per fare un esempio, le azioni Ferrari valevano circa 56 euro, in marzo si è passati

a 69, a maggio a 73 e 77 euro, a fine giugno la quotazione si era abbassata a 75,15 poi il boom di luglio: 81,45 a metà mese fino ai 90 circa di fine luglio per superare poi il tetto dei 100 euro in novembre e registrare quindi lievi cali fino alla risalita degli ultimi due giorni.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon