Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Città dei Motori, progetti per valorizzare Maranello

Il sindaco Morini rieletto alla guida dell’associazione che riunisce 25 Comuni «Insieme possiamo avere la forza per ottenere contributi per il territorio»

MARANELLO. «Un bel riconoscimento per il nostro territorio a livello nazionale». Così il sindaco Massimiliano Morini ha salutato la personale conferma alla guida della Città dei Motori. L’associazione in seno all’Anci riunisce 25 Comuni italiani di dieci regioni, uniti dalla vocazione motoristica. Quattro provengono dalla nostra provincia: Castelfranco, Fiorano, Maranello appunto e Modena. Il sindaco analizza i risultati del primo mandato, specificando che «ancora non abbiamo raggiunto nulla ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MARANELLO. «Un bel riconoscimento per il nostro territorio a livello nazionale». Così il sindaco Massimiliano Morini ha salutato la personale conferma alla guida della Città dei Motori. L’associazione in seno all’Anci riunisce 25 Comuni italiani di dieci regioni, uniti dalla vocazione motoristica. Quattro provengono dalla nostra provincia: Castelfranco, Fiorano, Maranello appunto e Modena. Il sindaco analizza i risultati del primo mandato, specificando che «ancora non abbiamo raggiunto nulla: dobbiamo andare avanti». Di sicuro, sotto la guida di Morini è stato sbloccato il progetto del ministero dei Beni culturali sul turismo innovativo «che ha consentito alla rete di fare passi avanti importanti», come riconosce il sindaco. Tra gli avanzamenti, il Motor Web Museum presentato lo scorso giugno proprio a Maranello. «È ancora in versione beta - spiega Morini - ma risponde già a uno dei principali della nostra associazione: creare un’identità percepita della rete dei motori nel nostro Paese». Una sfida per il presidente Morini, la vice Roberta Tellini (assessore di Arese) e i nuovi territori entrati nel direttivo, tra cui Castelfranco. «Vogliamo consolidare la rete - anticipa il presidente - rafforzando i legami forti tra le città che ne fanno parte. Tale rete ha diversi Comuni e mette insieme partner privati, primi tra tutti i musei». Gli oltre 500mila visitatori dei Musei Ferrari nel 2017, di cui 350mila in quello di Maranello, rappresentano una buona base di partenza in una corsa lunga e più estesa. «Uno degli obiettivi più importanti è accreditare la rete dei Comuni - aggiunge Morini - per accedere a finanziamenti che possano consentire di promuovere le eccellenze del territorio. Quando si parla di progettazione nazionale e contributi, i progetti vanno declinati in reti. Un’alleanza importante consente di avere accessi ai bandi europei sul turismo motoristico, che si declina anche in elementi d’innovazione, educazione stradale e sostegno alle eccellenze sui temi dell’automotive, primo tra tutti il coniugare mobilità e sostenibilità». Una suggestione è la creazione di un Parco nazionale tematico sui motori. «C’è l’idea di creare uno spazio in cui raccontare tutte le realtà motoristiche d’Italia - anticipa il sindaco - ma per ora dobbiamo trovare gli interlocutori, definire i tempi e i luoghi». Più concreta la pista che conduce a una nuova edizione di Innova Tour. Presentato a Monza alla vigilia dello scorso Gran Premio d’Italia, il circuito itinerante promuove tappe su innovazione, sicurezza stradale, sport motoristici e turismo. È portato avanti dall’associazione con il cofinanziamento del ministero dei Beni culturali. «È un tour delle città che coinvolge aziende, scuole e forze di polizia - conclude il sindaco, paragonando il 2017 al 2015, anno dell’Expo - e che sicuramente torneremo a organizzare dalla fine di febbraio, quando ci sarà la riunione del primo direttivo a Roma».

©RIPRODUZIONE RISERVATA