Quotidiani locali

Evasori fiscali a Nonantola Chance per regolarizzarsi

Nuovo tentativo dell’amministrazione per incassare i due milioni mai pagati Offerta rivolta a circa 2mila persone. Domande da presentare entro metà aprile

NONANTOLA. Lo scorso anno non era stata recepita come un’opportunità anche se in molti fecero domanda fuori tempo massimo. Alla fine, però, ci fu soltanto un cittadino che riuscì a regolarizzarsi nei termini. Ma evidentemente c’è la voglia, da parte delle persone, di sistemare la propria posizione di “morosi” nei confronti del Comune e allora l’amministrazione del sindaco Federica Nannetti ci riprova. Viene così rilanciato il progetto di pagamento delle tasse “evase” in passato senza interessi né mora. Il Consiglio comunale ha infatti approvato il regolamento che potenzialmente riguarda duemila persone per un totale di due milioni di euro mai introitati nelle casse municipali.

«Chiunque abbia ricevuto un’ingiunzione al pagamento emessa dall’anno 2009 al 16 ottobre 2017 - si legge in una nota - potrà richiedere entro il 15 aprile 2018 di avvalersi dell’agevolazione al pagamento per uno dei seguenti tributi: rette scolastiche, refezione, trasporto, Ici, Imu, Tasi, Tari e sanzioni amministrative per violazione del codice della strada. Sarà inoltre facoltà del cittadino richiedere il pagamento dell’istanza in unico versamento entro il 3 luglio 2018 o in quattro rate con scadenza a fine giugno, luglio, agosto e settembre».

«L’obiettivo - spiegano il sindaco Nannetti e l’assessore al Bilancio, Antonella Spada - è quello di dotare i cittadini che hanno la volontà di mettersi in regola con i pagamenti verso

la Pubblica Amministrazione di farlo al costo semplice del tributo stesso. D’altro canto il Comune di Nonantola vanta crediti non riscossi per oltre due milioni di euro, somme che costituirebbero un’entrata utile allo svolgimento di attività aggiuntive a vantaggio della comunità».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori