Quotidiani locali

Assunti a tempo indeterminato Soliera dà un bonus alle imprese

Incentivi fino a 5mila euro per chi offre un lavoro a cittadini che vivono in paese da almeno due anni Le micro aziende potranno usare i contratti a termine. Solomita: «Sosteniamo la buona occupazione»

SOLIERA. Un nuovo passo a sostegno dell’occupazione che va in continuazione rispetto alle strategie adottate negli ultimi 14 anni. Perché a Soliera il tema del lavoro è da tempo prioritario e si inserisce in una strategia di sostegno economico del Comune. E così dopo i bandi anticrisi per chi aveva perso il lavoro e i 100mila euro annui riservati alle cooperative sociali che assumevano almeno dieci disoccupati da impiegare in alcuni lavori di decoro urbano, ecco che stavolta la cittadina guidata da Roberto Solomita va direttamente a stuzzicare gli imprenditori. Sul piatto vengono messi i primi 40mila euro («Ma vedremo la riposta delle aziende ed eventualmente proveremo ad aumentare il fondo», spiega il sindaco) che arrivano dalla lotta all’evasione fiscale e serviranno ad assumere nuovi addetti nelle micro e piccole attività territoriali con una prioritaria discriminante: gli occupati devono risiedere da almeno due anni a Soliera.

Si tratta di una proposta innovativa, la prima in terra emiliana, che mira ad incentivare le assunzioni a tempo indeterminato soprattutto sulle fasce più deboli ossia chi ha più di 45 anni e fatica a trovare lavoro.

L’incentivo massimo è di 5mila euro per chi sceglie di occupare a tempo indeterminato uomini over 45 o donne di qualsiasi età; 4mila euro andranno a chi darà lavoro agli uomini under 45; 3mila euro saranno riservati all’apprendistato. Ci sarà spazio anche per i contratti a tempo determinato (riservato alle micro imprese, attività con meno di dieci dipendenti): si va dai 2400 euro per 36 mesi di contratto fino ai 400 euro per sei mesi.

«La situazione economica complessiva sta gradualmente migliorando ed iniziano a vedersi segnali di ripresa, sia pure ancora contraddittori e non generalizzati - analizza il sindaco Solomita - Il Comune intende con questa iniziativa contribuire e sostenere la ripresa favorendo nuova e buona occupazione, con particolare attenzione alle fasce a maggiore disagio, con incentivi alle imprese del territorio finalizzate alle assunzioni di nuovo personale. L’iniziativa è stata anche oggetto di confronto con le principali organizzazioni sindacali ed associazioni di categoria attive sul territorio».

Le domande di contributo per dipendenti da assumere o già occupati dall’11 gennaio andranno depositate in Comune dal 1 marzo.

«È un provvedimento importante quello adottato dal Comune - dice Nives Canovi, presidente Cna di Soliera e Campogalliano - Al di là dei contenuti economici, che certamente costituiranno un concreto incoraggiamento per le nostre imprese, l'iniziativa risulta

particolarmente apprezzabile in quanto rappresenta un diverso modo di intendere il welfare: per superare le difficoltà della crisi economica occorre un progetto che veda compartecipi imprese e lavoratori, incentivando le prime ad offrire concrete opportunità di occupazione».



TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori