Quotidiani locali

Alberi abbattuti, aperta un’indagine

San Prospero. I carabinieri Forestali in municipio per acquisire documenti utili

SAN PROSPERO. I carabinieri del nucleo Forestale hanno bussato in municipio per chiedere conto dell’abbattimento di 16 alberi al parco Pertini. Gli investigatori hanno chiesto tutta la documentazione funzionale al lavoro effettuato negli ultimi giorni del 2017 e che ha sollevato non poche perplessità sia tra chi ha notato le operazioni sia nel mondo politico. I carabinieri sono stati attivati dalla segnalazione di un cittadino che non ha condiviso gli abbattimenti, giudicandoli sbagliati e non supportati da particolari esigenze di sicurezza urbana e di salute degli alberi. Dell’accaduto si è interessata anche la polizia municipale, che nel quotidiano rapporto con i cittadini ha raccolto lamentele e segnalazioni.

L’accertamento dei Forestali è in fase di analisi, non ci sono ancora reati determinati e neppure persone iscritte nel registro degli indagati, ma sarà prima di tutto necessario circoscrivere la situazione e approfondirla. Da quanto segnalato non è stato possibile acquisire, tramite i canali di accesso civico, tutta la documentazione necessaria ad un simile intervento. Mancherebbero quindi alcuni atti municipali utili a capire l’iter che ha portato all’intervento, effettuato da un privato sugli alberi del parco Pertini.



Quanto sta avvenendo ha sollevato un certo imbarazzo in municipio anche perché in pochi sapevano dell’incarico affidato e della strategia di cui il sindaco Sauro Borghi era a conoscenza tanto da comunicarlo ad alcuni conoscenti ma non ai suoi più stretti collaboratori.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori