Quotidiani locali

ospedale di pavullo 

Guardia ostetrica 24 ore su 24

Promessa della Regione. La Bettini chiede un incontro alla Lorenzin

PAVULLO . Anche senza punto nascite, all’ospedale di Pavullo rimarrà la guardia ostetrica h24. È ciò che è stato assicurato a Maria Cristina Bettini del comitato “Salviamo l’ospedale” lunedì nell’incontro che ha avuto in Regione con il presidente Stefano Bonaccini, l’assessore alla Salute Sergio Venturi, Kyriakoula Petropulacos (dg regionale a Salute e Welfare) e il dg Ausl Massimo Annicchiarico. Dato come «fatto acquisito» la chiusura del punto nascite, ci si è aggiornati sui progetti per il Frignano. Annicchiarico ha assicurato che la guardia ostetrica resta, confermando anche l’impegno a portare entro l’anno l’auto infermieristica h24 a Pieve. Intanto, entro marzo/aprile sarà attivata h12, a copertura di un trasporto “in sicurezza” nell’emergenza-urgenza secondo quanto previsto dalla normativa, come richiesto dallo stesso comitato a novembre. «Nel più breve tempo possibile» arriverà anche il pediatra nella Casa della Salute di Pieve, nel piano di integrazione con l’ospedale. Va avanti anche l’adeguamento delle piazzole per l’elisoccorso notturno. Per quanto riguarda la chirurgia-ortopedia, all’ospedale continueranno gli interventi sulle ossa così come l’affiancamento dell’equipe di Sassuolo per attività programmata, consentendo l’utilizzo di tutte le sale. La Bettini ha chiesto che vengano rimpiazzati i chirurghi in pensione (uno nel 2015, uno nel 2017 e un altro entro l’anno) mantenendo una specializzazione che consenta alle due equipe nel breve tempo un lavoro di “scambio” e di effettiva sinergia

per una “capace” gestione delle emergenze-urgenze h24. A fronte delle 9.300 firme raccolte su change.org con la sua petizione per il punto nascite, la Bettini chiede ora un incontro al ministro della Sanità Beatrice Lorenzin in qualità di candidata alla Camera per Modena. (dm)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori