Quotidiani locali

Nonantola. Ospite si barrica in casa e picchia i vigili: arrestato

Un 21enne accolto da una famiglia per la notte non voleva più andarsene Prima si è scagliato contro gli agenti della municipale, poi contro i carabinieri

NONANTOLA. Di lasciare quel buon rifugio proprio non voleva saperne, nemmeno quando i padroni di casa lo avevano invitato ad andarsene. E così un 21enne ha perso la testa picchiando le forze dell’ordine che erano intervenute per ristabilire la calma in un’abitazione di via San Rocco, in pieno centro a Nonantola.

I fatti si sono svolti martedì mattina, quando attorno alle 10,45 è giunta una richiesta di aiuto alla polizia municipale. Gli agenti arrivano in via San Rocco e cercano di ricostruire la situazione, che non è, per usare un eufemismo, delle più semplici.

I protagonisti sono un 21enne della Costa d’Avorio e la famiglia italiana che lo ospitava. In sostanza il giovane, di tanto in tanto, si recava presso l’abitazione della famiglia per trascorrere la notte, cosa che permetteva al ragazzo di dormire con un tetto sopra la testa. La mattina se ne era sempre andato e così via.

L’altro giorno, però, da quanto ricostruito, il 21enne non aveva alcuna intenzione di andarsene, nonostante le proteste dei padroni di casa, che ad un certo punto non hanno potuto fare altro che richiedere l’intervento delle forze dell’ordine.

I due agenti della polizia municipale hanno cercato di calmare il ragazzo, di farsi consegnare i documenti affinché potessero identificarlo e fargli capire che da quell’abitazione doveva andarsene immediatamente. E per un certo momento ci erano anche riusciti, finché un raptus non ha spinto il 21enne a picchiarli con estrema violenza. I due agenti, che hanno riportato prognosi tra i 12 e i 20 giorni, hanno dovuto richiedere l’intervento in supporto dei carabinieri.

L’arrivo dei militari è stato tempestivo, anche se il ragazzo non si è calmato subito, tanto che anche uno dei due militari è dovuto ricorrere alle cure mediche, seppur abbia riportato ferite ben minori rispetto ai vigili.

Perlomeno i carabinieri sono riusciti ad arrestarlo, riportando la calma nell’abitazione di via San Rocco.

I due agenti della municipale sono stati medicati al pronto soccorso, mentre per il 21enne si sono aperte le porte del carcere.

Si tratta di un cittadino della Costa d’Avorio che si trova regolarmente sul territorio italiano, con l’ultimo domicilio dichiarato a Parma. Ha diversi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, lesioni, minacce e porto

d’armi.

E ieri pomeriggio, portato in Tribunale a Modena, ha ripetuto uno “show” personale, creando scompigli in aula. Il giudice ha convalidato l’arresto, rispedendo il 21enne in carcere.

Giovanni Balugani

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori