Quotidiani locali

montese. LA PREFETTURA 

«Profughi? Non c’è emergenza sanitaria»

MONTESE . È vero che i profughi a Montese sono oltre la quota, e c’è l’intenzione di riportarli al più presto nel numero previsto. È quanto assicura la Prefettura al sindaco Luciano Mazza, a fronte...

MONTESE . È vero che i profughi a Montese sono oltre la quota, e c’è l’intenzione di riportarli al più presto nel numero previsto. È quanto assicura la Prefettura al sindaco Luciano Mazza, a fronte della lettera da lui inviata lunedì sollevando molteplici criticità sulla situazione degli ospiti gestiti dalla cooperativa Leone Rosso all’ex locanda San Rocco, a San Giacomo. Mazza ha sottolineato che i 20 profughi sono il doppio di quanto stabilito dall’accordo col Ministero ed eccedono anche, su un mero piano igienico-sanitario, la capacità ricettiva della struttura. In più, ha rimarcato l’esigenza di far compiere loro opere di pubblica utilità a cui non si può procedere finché la cooperativa non si accredita in convenzione. Manifestando totale disponibilità a un incontro con lui e la cooperativa, la Prefettura ricorda però a Mazza che al San Rocco sono stati fatti ripetuti controlli di igiene pubblica senza

mai rilevare, anche da parte sua, particolari criticità. E sul fronte del volontariato, fa presente che i profughi anche senza la convenzione si sono sempre dati da fare: nell’ultima spalata neve come nell’emergenza vento di dicembre e con tante altre opere di pulizia e manovalanza.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon