Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

I due volti del catering

Dieci febbraio, il Ballo del Doge a Venezia. Uno degli eventi più esclusivi e complessi dell’anno del panorama internazionale, che sublima il concetto carnevalesco creando una serata di spettacoli,...

Dieci febbraio, il Ballo del Doge a Venezia. Uno degli eventi più esclusivi e complessi dell’anno del panorama internazionale, che sublima il concetto carnevalesco creando una serata di spettacoli, abiti, maschere e cena gourmet, all’interno di uno dei palazzi storici più suggestivi della laguna.

Straordinario sarà l’effetto finale, frutto di una complessa e lunga organizzazione. Le professionalità in gioco sono molte: stilisti e sarti, scenografi e coreografi e ovviamente tutto ciò che rigu ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Dieci febbraio, il Ballo del Doge a Venezia. Uno degli eventi più esclusivi e complessi dell’anno del panorama internazionale, che sublima il concetto carnevalesco creando una serata di spettacoli, abiti, maschere e cena gourmet, all’interno di uno dei palazzi storici più suggestivi della laguna.

Straordinario sarà l’effetto finale, frutto di una complessa e lunga organizzazione. Le professionalità in gioco sono molte: stilisti e sarti, scenografi e coreografi e ovviamente tutto ciò che riguarda l’allestimento del palazzo e del catering.

Un’organizzazione “extra-ordinaria”, con sforzi logistici non indifferenti, ma i sogni, che sono l’anima di questo speciale evento, non amano confini.

D’altro canto Venezia si fa giusto vanto di Marco Polo che, portando l’Oriente in laguna, non si fece certo scoraggiare dalla particolare geografia del posto.

L’organizzazione del momento conviviale del Ballo del Doge cerca di assecondare la creatività e le particolarità di un evento tanto bello quanto complesso. In questo si definiscono bene gli aspetti sostanziali. Il catering ha due volti: l’anima artistica della cucina e del servizio di sala, e il carattere pratico e perfettamente organizzato del trasporto e dell’allestimento.

Si tratta di una pianificazione che, per mostrare una rispettosa eleganza, deve muoversi con la massima sinergia.

L’arte culinaria è certo sotto i riflettori, perché è una parte emozionale (anche questa soggetta a rigide tempistiche prima e dopo l’evento) di fondamentale importanza: è dunque la logistica che la sostiene. Ritmi serrati e ruoli precisi.

Ottimizzazione degli spazi e delle attrezzature necessarie.

Non possiamo prevedere il futuro, ma possiamo ipotizzare la copertura delle maggiori e possibili criticità. Tutto questo coadiuvato dalla miglior comunicazione possibile che parte dal briefing e che prepara il personale sull’evento in genere, chiarendo loro il “chi fa cosa, come e quando”.

Così come il carnevale di Venezia si mostra in tutte le sue colorate creazioni che sfilano a suon di musica, anche un servizio di catering in genere, questo in special modo, ha diverse sfumature e ritmi.

Adattabile e flessibile, vive di creatività e forme sempre nuove… quelle della personalizzazione e della valorizzazione di ogni singolo evento.