Quotidiani locali

Vai alla pagina su Emotion
Tesori in Pianura da Villa Sorra alla Partecipanza

Tesori in Pianura da Villa Sorra alla Partecipanza

Piacevole itinerario di 50 chilometri in bicicletta nella zona che circonda il centro di Nonantola

MODENA. Piacevole itinerario in bicicletta di circa 50 chilometri complessivi nella pianura modenese, alla scoperta dei tesori architettonici e naturali che caratterizzano la zona nei dintorni di Nonantola.

Il periodo migliore è forse la primavera, ma anche una bella giornata di sole invernale può regalare bei paesaggi e belle atmosfere.

Si parte da Modena e per ciclabili si raggiunge via Divisione Acqui e la frazione di Saliceto Panaro; attraversiamo il fiume sul ponte ciclopedonale (stradello Panaro) e svoltiamo a sinistra sull’argine per raggiungere il ponte della ferrovia (questo tratto è attualmente oggetto di lavori; nell’attesa che finiscano, bisogna scendere dall’argine e costeggiare un campo per circa 500 metri). Si oltrepassano e si costeggiano i binari fino a raggiungere il paese di Gaggio. Da qui in breve si raggiunge Villa Sorra, una delle più importanti ville storiche superstiti del territorio modenese.



La tenuta mantiene il nome della nobile famiglia che edificò il complesso a partire dalla fine del Seicento e che ne conservò la proprietà per oltre due secoli. Uno dei vanti maggiori della villa è il vasto e bellissimo giardino il cui aspetto attuale deriva in parte dall’originario impianto settecentesco alla francese e in parte dalla ristrutturazione ottocentesca in stile inglese. Il parco di Villa Sorra è aperto nelle ore diurne tutto l’anno. Il Giardino Romantico è invece visitabile solo accompagnati dal personale autorizzato (tutte le domeniche e i festivi, al pomeriggio, da aprile a ottobre e, per gruppi, anche durante la settimana per tutto l’anno previo appuntamento).

Si riparte in direzione nord sulla sterrata via Temide fino a raggiungere Rubbiara con la sua chiesa parrocchiale e il parco adiacente allestito a museo religioso all’aperto con 70 statue in argilla a grandezza naturale. Si prosegue su via Guazzaloca e via Masetto seguendo le indicazioni della via Romea Nonantolana mentre in lontananza già si vede la “Torre dei Bolognesi”. Giunti a Nonantola è doverosa una sosta per la visita al centro storico e alla magnifica abbazia benedettina; fondata nel 752 d.C. da S. Anselmo e ricostruita alla fine dell’XI secolo, l’Abbazia di S. Silvestro costituisce, insieme al Duomo di Modena, uno dei più significativi esempi di arte romanica del nord Italia. Purtroppo al momento la chiesa è visitabile solo in parte a causa dei lavori di restauro in seguito al terremoto del 2012.

Risaliti in sella alle bici, si prosegue ancora verso nord sulla ciclabile di via Prati che in breve ci conduce dal centro del paese alla zona agricola della Partecipanza Agraria, una delle forme più antiche e famose di proprietà collettiva del territorio e delle sue risorse. La Partecipanza, che è attualmente proprietaria di circa 760 ettari di terreno, ha la sua origine nel 1058 dalle enfiteusi (diritto di godimento su un fondo di proprietà altrui) concesse dall’Abate Gotescalco al popolo nonantolano. Rappresenta, ancora oggi, “un altro modo di possedere”, alternativo alla proprietà privata, con l’obbligo di conservare e migliorare il patrimonio avuto in concessione da quasi un millennio per consegnarlo alle future generazioni. All’interno di questa zona è inoltre presente l’Area di riequilibrio ecologico “Torrazzuolo”, che ospita piante ed essenze tipiche della vegetazione della Pianura Padana e una zona umida, prezioso rifugio per una grande varietà di uccelli e animali selvatici.

Tornati sui propri passi, si percorrono sterrate e piccole strade asfaltate fino a raggiungere dapprima il paese di Bomporto e poi, seguendo l’argine del canale Naviglio, quello di Bastiglia. Da qui lungo la bella ciclabile asfaltata che segue il vecchio tracciato della ferrovia che fino al 1964 collegava Modena con Mirandola e Finale Emilia, si torna comodamente in città e al punto di partenza.


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori