Quotidiani locali

Allerta meteo arrivano neve e ghiaccio: stop ai tir sulle strade

Dopo una notte di precipitazioni intense in Appennino il meteo sta concedendo una tregua. Neve e pioggia fino in pianura. Il punto su meteo e viabilità Inviate segnalazioni foto e video a cronaca.mo@gazzettadimodena.it o via whatsapp al numero 349 9811707 o sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/gazzettadimodena

Sestola, la sciata nella città vecchia Incredibile esperienza di Matteo Magnani, che ha ripreso la sua inusuale sciata: partito dalla Rocca ha attraversato le vecchie strade innevate di Sestola. Video tratto dalla pagina facebook cimonesci

MODENA  Giornata di tregua, dopo le abbondanti nevicate dei giorni scorsi, sul fronte del maltempo. Ma l'emergenza non è finita. Per domani le previsioni parlano di possibili nevicate anche in pianura, mentre ci si prepara all'arrivo del "gelo siberiano" annunciato per l'inizio della settimana. Anche nel Modenese sono pronti i mezzi spargisale, è previsto il monitoraggio della situazione e la Provincia fa un appello agli automobilisti alla prudenza, per le condizioni del manto d'asfalto in molte strade.

STOP AI MEZZI PESANTI. E a questo proposito i prefetti di Bologna e Modena Matteo Piantedosi e Maria Patrizia Paba hanno disposto, in via precauzionale e causa meteo, il divieto di circolazione per i mezzi commerciali con massa superiore a 7,5 tonnellate sugli interi sistemi viari delle province: autostrade, statali e provinciali, anche per trasporti e veicoli eccezionali. La decisione in vigore dalle 22 di domenica 25 febbraio - e estende dunque il divieto ordinario dei week-end - fino a cessata esigenza e comunque salvo rivalutazione. E' stata presa per le previsioni di abbassamento delle temperature, di nevicate e gelate. Un quadro che rende "estremamente concreta - spiega la prefettura di Bologna - la possibilità che le condizioni di circolazione possano diventare molto difficili, con elevato rischio di incidenti gravi e difficoltà per il transito dei veicoli di soccorso". I provvedimenti sono stati adottati d'intesa con Viabilità Italia. "La decisione di adottare il provvedimento fin da questa sera - spiega il prefetto Piantedosi "risponde ad una esigenza di massima precauzione. Informare con largo anticipo i possibili utenti utile a scongiurare la possibilità che i mezzi restino bloccati sulle arterie di accesso alla rete viaria o all'interno della stessa. Uno scenario che si presenterebbe fortemente critico nella gestione in considerazione del rischio di incidenti stradali gravi e difficolt per il transito dei mezzi di soccorso".

GLI ESCLUSI DAL DIVIETO. Sono esclusi dal divieto gli automezzi che trasportano derrate alimentari deperibili in regime Atp, altri prodotti deperibili, oppure mezzi gi autorizzati dalla prefettura competente e i trasporti di assoluta e comprovata necessit ed urgenza, compresi quelli legati alle lavorazioni a ciclo continuo ed i trasporti di persone. L'interdizione non vale neppure per i veicoli adibiti a pubblico servizio per interventi urgenti e di emergenza o che trasportano materiale e attrezzi per lo stesso scopo e quelli utilizzati dagli enti proprietari o concessionari di strade per motivi urgenti di servizio. Anche per chi escluso dal divieto, il prefetto di Bologna raccomanda, comunque, la massima prudenza e consiglia di mettersi in viaggio solo se necessario.

Montecreto, turbine in azione per liberare le strade dalla neve I 67 mezzi della Provincia sono al lavoro lungo la rete viaria provinciale di montagna nel modenese dove si circola regolarmente con gomme da neve o catene. Gli operatori, inoltre, hanno iniziato ad intervenire anche per eliminare i cumuli di neve nei punti più stretti ai lati delle strade, come avvenuto nel pomeriggio lungo la provinciale 324 nel centro abitato di Montecreto grazie all'impiego di una turbina e di un mezzo pesante per trasportare la neve. La cronaca

TURBINE IN CAMPO. Intanto in montagna le turbine sono 'scese in campò su alcuni tratti della Sp 424 del Passo delle Radici, per allargare la carreggiata stretta dai cumuli ed è stato risolto un problema per lo scivolamento della neve sulla Sp 324 a Montecreto. Gli interventi di manutenzione straordinaria sulla viabilità comunale e provinciale, prosegue la Provincia, sono già programmati, ma si potranno svolgere solo quando le condizioni meteorologiche lo consentiranno. Autostrade ribadisce l'allerta diramato venerdì.  Dalle prime ore di domenica 25 febbraio l’arrivo di una corrente di aria gelida di origine siberiana sarà responsabile di una perturbazione con nevicate fino a quote di pianura che potranno interessare oltre 1.500 km di tratte autostradali in diverse Regioni del Paese. Lo riferisce Autostrade per l’Italia, che invita a non mettersi in viaggio nelle zone più a rischio.

Sestola, la magia della neve Le immagini di Sestola sotto la neve, pubblicata in un suggestivo video sulla pagina facebook Cimone Sci

VIABILITA' Tutte le principali strade sono percorribili - assicurano dalla Polizia Stradale - ovviamente nelle strade di montagna sull'Appennino la circolazione è resa difficoltosa dalla grande quantità di neve caduta. I 67 mezzi della Provincia sono al lavoro lungo la rete viaria provinciale di montagna dove si circola regolarmente con gomme da neve o catene. La raccomandazione è sempre quella di utilizzare l'auto solo se strettamente necessario.

NUOVA ALLERTA METEO  Nella mattinata di sabato Nuova allerta meteo della protezione civile regionale sulla base delle previsioni Arpae E-R, a partire da mezzogiorno di oggi e per l’intera giornata di domani. In particolare, è allerta con codice arancione per lo stato del mare sulla costa romagnola e ferrarese e con codice giallo per criticità idraulica nelle stesse zone; per criticità idrogeologica sulle coste e sull’Appennino romagnolo e per temperature estreme e pioggia che gela su tutto il territorio.

Si prevede dalla serata un aumento della ventilazione da nord-est sul mare e sulla costa, con condizioni di mare al largo agitato e un’altezza d’onda compresa tra 3,3 e 4 metri. Da questa notte, ad iniziare dal settore appenninico, si potranno verificare deboli nevicate in estensione nella giornata di domani, anche in pianura al mattino.

Le nevicate potranno assumere carattere di rovescio sull’Appennino romagnolo. I fenomeni sono previsti in attenuazione dal pomeriggio, ad eccezione dei rilievi. Le temperature medie risulteranno sotto lo zero sia in pianura che sui rilievi con possibili gelate.

Ieri in Appennino sono caduti in media oltre 30 centimetri di neve, anche a quote collinari, con punte di oltre 70 centimetri nella zona del passo delle Radici dove sono tuttora al lavoro le turbine per tenere aperto il passo lungo la strada provinciale 324. Neve che andata ad aggiungersi a quella caduta nei giorni precedenti.

Neve in Appennino, la situazione a Pavullo Le immagini inviate da un nostro lettore che documentano la situazione al Parchetto di Serra di Porto e a La Campanella a Pavullo sotto un metro di neve. Il video è stato girato venerdì.

INTERVENTI DEI VIGILI DEL FUOCO Nel corso della notte scorsa i vigili del fuoco hanno effettuato numerosi interventi per rimuovere grossi rami, trochi di albero e piante cadute sotto il peso della neve. In particolare gli intervenit principali sono stati a pavullo, Guiglia e Serramazzoni

DOMENICA NUOVO PEGGIORAMENTO: SITUAZIONE A RISCHIO SULLE STRADE Ma da domani arriverà l'ondata di gelo con il crollo delle temperature con valori molto bassi, sotto lo zero, nel corso dellea notte.

Dalle prime ore di domenica 25 febbraio l’arrivo di una corrente di aria gelida di origine siberiana, associata a perturbazioni estese e persistenti sulla nostra penisola, causerà nevicate fino a quote di pianura che potranno interessare oltre 1.500 km di tratte autostradali in diverse Regioni del Paese.

Sestola, la sciata nella città vecchia Incredibile esperienza di Matteo Magnani, che ha ripreso la sua inusuale sciata: partito dalla Rocca ha attraversato le vecchie strade innevate di Sestola. Video tratto dalla pagina facebook cimonesci

Lo afferma in una nota Autostrade per l’Italia. In particolare, domenica mattina sono attese precipitazioni nevose sull’A1 tra Parma e Firenze e sull’A14 tra Bologna e Pesaro. Nel pomeriggio-sera di domenica le nevicate potrebbero estendersi sull’A14 nel tratto tra Pesaro e Ancona e sull’A1 tra Chiusi e Frosinone. Lunedì le nevicate potrebbero interessare l’A14 tra Bologna e Poggio Imperiale e l’A1 tra Chiusi e Frosinone.

Buran. Come difendere tubi e impianti dal gelo Ecco cinque consigli degli idraulici di Confartigianato contro il freddo siberiano

Viste le previsioni meteorologiche particolarmente avverse, Autostrade per l’Italia invita gli automobilisti a limitare gli spostamenti evitando le zone più a rischio, mettendosi in viaggio solo se strettamente necessario e, comunque, solo dopo essersi informati sulle condizioni della viabilità e del meteo. In ogni caso, al fine di garantire la percorribilità in sicurezza della propria rete,

Autostrade per l’Italia ha già attivato il piano antineve, con oltre 2.200 mezzi operativi e 3.600 uomini dedicati alle attività di prevenzione ed abbattimento della neve con una capacità di circa 240.000 tonnellate di fondenti stradali. Nelle tratte interessate dalle precipitazioni nevose potranno essere attivati, in stretta collaborazione con la Polizia Stradale, i dispositivi di fermo temporaneo per i mezzi con massa superiore alle 7,5 t in conformità ai protocolli vigenti.  

LA SITUAZIONE IN EMILIA ROMAGNA.

Situazione non facile anche in tutta l'Emilia Romagna Nel corso del 23 febbraio nel bolognese sono intervenute 4 squadre di volontari di protezione civile per attività di sorveglianza idraulica sui fiumi Idice e Quaderna, tra i Comuni di Budrio e Medicina a supporto del Servizio Area Reno e Po di Volano dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile. Una squadra dei Vigili del Fuoco è intervenuta a Monghidoro per la rimozione di rami caduti sulle strade per effetto della neve.

leggi anche:

8

Allerta Meteo/ In arrivo una notte con nevicate in Appennino e in pianura

L'allerta meteo prosegue per tutta la giornata di oggi. I valori stimati di neve che potrebbero cadere venerdì, sono intorno ai 30 cm sul crinale, 15 cm nelle zone collinari, fra 5 e 15 cm nelle aree di pianura. Scuole chiuse nei comuni montani Il punto sulla viabilità  Inviate segnalazioni foto e video a cronaca.mo@gazzettadimodena.it o via whatsapp al numero 349 9811707 o sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/gazzettadimodena


In Romagna viene monitorato il torrente Pisciatello, che ha superato la soglia 2 nella sezione Due Tigli, notificata agli enti territoriali attraverso il portale AllertameteoER, al fine di attivare tutte le azioni previste nei piani di protezione civile. A Cesenatico, sono state chiuse ieri le Porte Vinciane, a tutela del paese. Sono al lavoro, a supporto dell’Amministrazione comunale, nell’area del porto canale 6 squadre di volontari del Coordinamento di Forlì-Cesena per sorvegliare i livelli, preparare e distribuire sacchetti di sabbia a protezione dell’abitato e manovrare le quattro pompe idrovore, inviate sul posto dall’Agenzia per la sicurezza territoriale e la Protezione civile per contribuire a scaricare l’acqua dal canale in mare. A Cesenatico sono operative anche due squadre dei Vigili del Fuoco.

Nel riminese 2 squadre dei Vigili del Fuoco sono state impegnate dalla mattinata di oggi in una quarantina di interventi, trenta dei quali già conclusi. Si è trattato per la maggior parte di sopralluoghi per allagamenti contenuti, in cortili e scantinati. Le squadre sono alle prese in queste ore con due interventi, più rilevanti, presso private abitazioni.

Due squadre di volontari di protezione civile sono impegnate a Santarcangelo di Romagna (Rn) per monitoraggio del territorio, attivate dal COI (comitato operativo intercomunale) del Marecchia. Una squadra è al lavoro a Saludecio (RN) per la pulizia del manto stradale da neve e rami.
Il Centro Operativo Regionale (COR) dell'Agenzia rimarrà aperto 24 ore su 24 fino alle 20.00 del 25 febbraio, per seguire gli interventi, le attività di monitoraggio  sui corsi d'acqua e tutte le azioni a supporto degli enti locali assieme a funzionari e tecnici dei Servizi dell'Agenzia: Area Romagna, Area Reno e Po di Volano, Area Affluenti Po.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro