Quotidiani locali

Tangenziale, coperte 80 buche dal Comune

Uomini al lavoro anche nel tratto di carico dell’Anas. Cantieri anche in provincia. Spargisale operativi

Ottanta buche riparate tra domenica e lunedì sul tratto di tangenziale gestito dal Comune nelle due direzioni di marcia, tra la rotatoria di via Vignolese e l’uscita verso la Sacca.

È questo il bilancio degli interventi d’urgenza che si sono susseguiti senza interruzione visti i pericoli per le macchine. Anche l’Anas da parte sua ha tamponato il problema dell’asfalto che salta a pezzi con il freddo e le precipitazioni e ha messo in azione i suoi servizi di manutenzione. Lo spauracchio delle cause di risarcimento e degli automobilisti inferociti, a una settimana dalle elezioni, non conviene a nessuno.

«Eravamo già in servizio di allerta domenica per la neve - commenta Nabil El Hamadiè - responsabile per il Comune di Modena per la manutenzione delle strade e l’emergenza del maltempo - Di qui l’idea di un controllo sul posto per evitare che il manto stradale danneggiato potesse creare altri problemi agli automobilisti. Un’uscita dopo l’altra abbiamo anche controllato gli accessi, anche se questi sono in carico all’Anas a eccezione dello svincolo 15 che è competenza del Comune. L’ideale sarebbe avere una gestione unificata con l’Anas ma in mancanza di questo presidiamo nei limiti del possibile quello che ci compete. Sono tre le tappe per arrivare alla sistenazione definitiva, che avverrà con il piano di manutenzione straordinaria che scatterà all’inizio dell’estate. E cioè tamponatura a freddo per questi giorni di freddo intenso, asfaltatura a caldo delle sole buche appena la temperatura diventa più mite in modo che il bitume e la ghiaia non saltino via subito. Infine, fra tre mesi e con il caldo, si andranno a rifare interi tratti che oggi sono ridotti male».

Il sale che viene sparso in abbondanza da domenica sera dovrà essere sistemato di nuovo, come accade in questi casi. Il passaggio delle vetture sposta ai margini il materiale messo a terra; l’operazione va ripetuta soprattutto in vista delle gelate notturne.

Numerosi anche gli interventi coordinati dalla Provincia su tutto il territorio. Gli operatori sono stati impegnati sulla strada provinciale 5 tra Camposanto e Cavezzo, lungo la provinciale 468 tra Medolla a Reno Finalese, sulla provinciale 568 tra S.Felice sul Panaro e Ravarino e sulla Provinciale 7 tra S.Martino e Concordia. Lavori effettuati sia sabato che domenica, per proseguire in settimana, anche sulle provinciali in collina, tra cui la Sp 569 a Vignola, lungo la Sp 16 e sulla Pedemontana.

Nel fine settimana scorso sono stati effettuati interventi anche sulla provinciale 413 nella zona di Carpi, sulla Sp 2 Panaria Bassa tra Modena, Bomporto e Camposanto e sulla Sp 1 tra Carpi e Ravarino.

Gli interventi proseguiranno tutta la settimana e proseguiranno con l’ utilizzo di un conglomerato plastico a freddo che viene garantito dai fabbricanti come capace di resistere anche a basse temperature. Oltre al rischio ghiaccio in alcuni punti il manto di asfalto, anche sulle strade provinciali, si è rovinato rapidamente. «Tutta colpa del maltempo - osserva

in una nota la Provincia - i danni ci sono nonostante gli interventi di emergenza che sono stati effettuati regolarmente. In ogni caso gli interventi di manutenzione straordinaria, già programmati, saranno eseguiti quando le condizioni meteorologiche lo consentiranno». (s.c.)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro