Quotidiani locali

Caos scuole a San Felice, ma la Bassa “tiene”

Segnalati pochi incidenti. Un anziano travolto in serata a Pavignane. “Rissa” tra ragazzi a Medolla

Il Comune di Finale per ieri aveva chiuso le scuole, attirandosi l’ironia dei Comuni limitrofi e le puntuali critiche sui social dei suoi cittadini di parte avversa, per il presunto risparmio sullo spargimento del sale. Ma non è andata sempre meglio a chi ha voluto dare prova di efficienza. Di sicuro a San Felice, dove il Comune aveva annunciato sulla pagina facebook che le scuole erano aperte, salvo poi inciampare in quello che è stato definito “un disguido nelle comunicazioni interne”. In poche parole, i pulmini ieri mattina non sono passati a prendere i bambini. Molti genitori hanno tenuto i figli a casa. Altri si sono avventurati sulle strade con le auto private. L’unica certezza, per usare un termine spesso utilizzato da queste parti, sono state le proteste. Tante, se in un’altra nota la stessa amministrazione ha scelto di scusarsi, riorganizzando nella mattinata il servizio scuolabus per il rientro a casa, su strade nel frattempo più libere. Ma i bimbi delle elementari di San Felice che sono arrivati a scuola non se la sono tutti passata così bene. Per un problema all’impianto di riscaldamento, sei classi sono rimaste anche ieri al gelo. Anche qui proteste e corse ai ripari, fino alla chiusura delle scuole. Sul fronte stradale, invece, il ghiaccio ha spedito nel fosso alcune auto in tutto il territorio, come alla rotatoria di via Ronchetti a San Felice.

Molte, e scontate, le proteste di quanti segnalavano polemicamente sui social che le strade di periferia dei vari paesi non erano state prontamente battute.

“Vittima” della neve anche un 70enne di San Felice che ieri, intorno alle 17,30, in sella alla sua bici è stato investito da una Punto in via Grande, fuori Pavignane. L’anziano ha riportato alcune ferite ed è stato trasportato in ambulanza all’ospedale di Mirandola. Illeso invece il 35enne della provincia di Rovigo alla guida dell’auto. Sul posto per i rilievi la municipale di San Felice.

Intanto a Medolla, più

o meno alla stessa ora e dietro alle scuole medie, quello che doveva essere un pomeriggio spensierato a palle di neve, si è trasformato per alcuni adolescenti in una zuffa per futili motivi. Qualcuno si è fatto male, ma non in modo grave, ma sui social sono scoppiate altre polemiche.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro