Quotidiani locali

L’emergenza continua ancora Ora i rischi sono ghiaccio e gelo

Incidenti e disagi nella norma, alcune criticità sulla Modena-Sassuolo e lungo la Nazionale per Carpi Polemiche per la situazione dei pendolari, costretti a ritardi di ore, e per le scuole aperte a Modena 

Quella di ieri non è stata una giornata bestiale. Neve ne è scesa in città, ma ha creato disagi tutto sommato limitati rispetto all’allarme: un paio di camion bloccati (uno a Fiorano, un altro alla rotonda di Campogalliano), rallentamenti per gli automobilisti ma non le code epocali di qualche anno fa, incidenti non gravi e numericamente nella norma di una giornata qualunque. Le criticità maggiori lungo la Nazionale per Carpi e sulla Modena-Sassuolo.

Ad avere la peggio sono stati come sempre i pendolari, un pezzo dell’emergenza maltempo che andava certamente gestito meglio: autobus e corriere da e per Modena con anche un’ora di ritardo, stesso schema per i treni regionali con passeggeri bloccati nelle stazioni.

L’allerta meteo rimane comunque anche per oggi. Fino a stasera attenzione massima per il fenomeno del gelicidio, come scrive la Protezione Civile Regionale: «Nella prima parte della giornata di domani - oggi, ndr - un nuovo impulso perturbato apporterà precipitazioni estese all'intero territorio regionale che tenderanno ad esaurirsi nella seconda parte della giornata. I fenomeni nevosi sono previsti sulle province occidentali, mentre sul restante territorio si avranno fenomeni di pioggia che gela al suolo. Nelle aree con accumulo di neve, al termine delle precipitazioni, saranno possibili gelate al suolo».

Per questo motivo, dalle analisi delle previsioni meteorologiche e della situazione della viabilità emerse nelle riunioni tecniche del tardo pomeriggio del Comitato operativo viabilità (Cov) e del Centro coordinamento soccorsi (Ccs), organismi entrambi coordinati dalla Prefettura, il Centro operativo comunale (Coc) del Comune di Modena rilancia l’appello «alla prudenza e a evitare spostamenti non indispensabili. In questo contesto – spiegano i tecnici - l’apertura delle scuole rappresenta comunque un’opportunità per chi non ha difficoltà a raggiungere le sedi scolastiche». Il fenomeno di questo gelo che stratifica al suolo è ciò che ha spinto 45 comuni su 47 a chiudere le scuole: tutti esclusi Fiorano e Modena, che hanno optato per la logica delle opportunità per le famiglie.

Una decisione che ha creato non poche polemiche, centinaia (sì, centinaia...) di persone ci hanno scritto su Facebook e Whatsapp per capire i motivi di una scelta che si contraddice da sola se effettivamente esiste il pericolo e l’emergenza: prima il Comune dice di evitare gli spostamenti, poi apre le scuole nell’ottica di “scuole parcheggio”... Una scelta, certo, e va anche detto che se si fosse scelto di chiudere le scuole a Modena ci sarebbero state altrettante proteste. Ma non torna l’allarme se poi si decide di mettere in moto decine e decine di corriere - bloccate già ieri in alcuni casi - per gli studenti pendolari, col rischio maggiore di incidenti lungo le strade che si prevede possano essere gelate. Insomma, chi ci capisce è bravo...

Ieri, comunque, c’è anche chi la neve l’ha apprezzata: decine di bambini si sono riversati nei parchi cittadini con bob e slittini per scendere dalle colline, soprattutto al parco Ferrari e al parco Amendola.

Il Comune continua l’elenco delle raccomandazioni: «Gli uffici pubblici sono regolarmente aperti (per l’Anagrafe di via Santi 40 orario continuato dalle 8.30 alle 18.30 per rilascio di carte d’identità e tessere elettorali), così come sono aperte le scuole. Pienamente operativo, nel corso della giornata, il Piano neve del Comune di Modena con 122 lame e una ventina di mezzi spargisale in azione che hanno garantito la percorribilità delle strade cittadine. Si ricorda la responsabilità dei cittadini per sgomberare dalla neve e dal ghiaccio i tratti di marciapiede e i passaggi pedonali che si affacciano all’ingresso degli edifici e di evitare di parcheggiare le auto in posizioni che possano intralciare il lavoro degli spazzaneve. Si ricorda che i possessori di miniticket Ztl, come previsto dal Piano Neve, possono parcheggiare gratuitamente al Parcheggio del Centro in piazzale Novi Sad. L’Azienda Usl, inoltre, informa che viene garantita la possibilità di spostare tutte le prestazioni ordinarie (visite specialistiche, esami di diagnostica e chirurgia ambulatoriale programmata) prenotate per la giornata di venerdì 2 marzo - oggi, ndr - senza incorrere in sanzioni. Verrà cancellata la sanzione, comunque, per tutti coloro che nella stessa giornata non riusciranno a presentarsi agli appuntamenti».

A chiudere una giornata non bestiale, come dicevamo all’inizio, ma certamente

convulsa, ci ha pensato l’Ausl. È dell’azienda sanitaria la comunicazione che ha vinto l’oscar della giornata, consigliando testualmente ai modenesi «di camminare come pinguini per non cadere sul ghiaccio», con tanto di video. Sarà questa l’unica arma contro il gelicidio?



TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro