Quotidiani locali

AIMAG, DATI SODDISFACENTI 

Molti rifiuti gettati nei fossi ma la differenziata sale al 90%

I fossi sono purtroppo pieni di sporte e rifiuti di ogni sorta,lasciati dai vandali che infestano il territorio. Ma la raccolta differenziata, per quanto consta ad Aimag, sta dando risultati...

I fossi sono purtroppo pieni di sporte e rifiuti di ogni sorta,lasciati dai vandali che infestano il territorio. Ma la raccolta differenziata, per quanto consta ad Aimag, sta dando risultati confortanti nella Bassa

Nel 2016 a Cavezzo, Concordia, San Possidonio, Camposanto e San Felice la raccolta dei rifiuti ha subito infatti una radicale trasformazione passando dal modello tradizionale a cassonetto a quello di raccolta domiciliare, con l’applicazione di un nuovo metodo di calcolo della tariffa – la tariffa corrispettiva o puntuale – dal 1 gennaio 2017.

« Dopo un anno di effettiva applicazione del porta a porta e della tariffa puntuale - precisa una nota di Aimag - in questi 5 Comuni la raccolta differenziata si colloca intorno al 90%, con aumenti del 20-30% rispetto all’anno precedente: Camposanto raggiunge il 90,5% (+26,5 % rispetto al 2016), Cavezzo arriva all’88,5% (+21,5% rispetto al 2016); Concordia all’ 88,3% (+17% rispetto al 2016) e così San Felice al 90,6% (+30% rispetto al 2016) e San Possidonio al 90,3% (+ 12% rispetto al 2016).

Più specifiche le caratteristiche e la storia degli altri Comuni del territorio.

Mirandola raggiunge una raccolta differenziata del 71,7% (+13 rispetto al 2016): questo dato rappresenta la media annuale che considera una percentuale dei primi 6 mesi dell’anno 2017 intorno al 60% e quella degli ultimi mesi dell’anno, successivi all’introduzione del sistema di raccolta domiciliare in tutto il territorio, con una percentuale oltre l’80%. Mirandola che, dal 1 gennaio 2018, ha visto l’avvio anche nel nuovo sistema di tariffa puntuale, consoliderà i dati degli ultimi mesi e, con tutta probabilità, raggiungerà le medie annuali di raccolta differenziata dei Comuni limitrofi, partiti un anno prima».

«Stessa logica per San Prospero in cui il sistema di raccolta domiciliare è partito a novembre 2017 e quindi la media annuale non risente degli effetti del nuovo sistema ma è sostanzialmente allineata all’anno precedente. Anche San Prospero quindi, nel corso dell’anno, con tutta probabilità, si andrà ad allineare agli altri Comuni». Ancora più specifica la situazione di Medolla che, già con il primo sistema di raccolta domiciliare aveva raggiunto risultati di eccellenza da qualche anno,- attorno al 90% - e che si conferma anche per il 2017. Dal 1 gennaio 2018 anche in questo

comune è attivo il sistema di calcolo con tariffa puntuale».

«I risultati ottenuti sono davvero significativi, – commenta Paolo Ganassi, dirigente servizi ambientai Aimag. Superati di gran lunga, ed in anticipo, gli obiettivi posti ai Comuni dalla Legge Regionale».



TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro