Quotidiani locali

Altre undici antenne wi-fi dalla stazione al teatro

Vignola. Ok della Regione a nuovi dispositivi per la diffusione del segnale internet L’attivazione del servizio prevede il passaggio degli “access point” già attivi

VIGNOLA . Accedere gratuitamente a internet sarà ancora più facile nel territorio di Vignola.

La Regione ha infatti approvato nei giorni scorsi, per la zona vignolese, l’installazione di 11 nuove antenne per la diffusione del segnale internet wi-fi, in aggiunta a quelle già presenti.

«Nello specifico - spiega l’assessore Massimo Venturi, che per conto del Comune ha seguito questo bando, a cui Vignola ha partecipato nell’ambito dell’Unione dei Comuni Terre di Castelli - già dalle prossime settimane saranno avviate le procedure per l’installazione delle 11 nuove antenne wi-fi in punti ben definiti del territorio comunale, quattro all’esterno e sette all’interno. In particolare, le nuove installazioni saranno al bar dell’autostazione delle corriere, in via Domenico Cimarosa presso le scuole Aldo Moro, in via Cantelli presso l’omonimo teatro, quattro dentro la biblioteca comunale, in sostituzione di 4 antenne non più compatibili con il nuovo servizio, una in via Cornadura a Brodano presso le scuole Calvino, tre dentro al municipio di Vignola. In questo modo - continua Venturi - Vignola aumenta sensibilmente la propria copertura wi-fi sul territorio comunale, rendendo estremamente più semplice, e soprattutto gratuito, accedere a internet. Grazie al progetto “Emilia Romagna wi-fi”, infatti, all’interno del quale rientrano queste nuove installazioni, ci si potrà connettere alla rete senza procedure di registrazione e in modo estremamente veloce».

L’attivazione del servizio “EmiliaRomagnaWiFi” prevede il passaggio alla stessa rete anche dei 21 access point “Wisper” già attivi sul territorio di Vignola.

«Oggi - spiegano dalla Regione nell'apposita sezione del sito - gli hotspot wi-fi pubblici in regione sono oltre 3mila, di questi la maggior parte sono attivati da Lepida. La previsione è di arrivare al 2020 con 4mila punti complessivi. Questo è reso possibile anche grazie a due bandi pubblici rivolti agli enti nel corso del 2017 per la candidatura di siti in cui realizzare nuovi access point. Il primo bando ha messo a disposizione 1103 nuovi dispositivi di accesso a Internet, di cui il 59% (653) “indoor” e il 41% (450) “outdoor”, il secondo ha visto la candidatura di ulteriori 725 punti. L'Emilia Romagna è fra le prime regioni in Italia per la diffusione dei servizi infrastrutturali ed è in linea con la media degli altri Paesi europei».

La ricettività nell’applicazione di questi dispositivi innovativi, sottolinea poi la Regione, fa sì che la zona di Vignola, come tutto il territorio emiliano romagnolo, si distingua, per l’adozione di sperimentazioni e iniziative nuove.

«Questa sensibilità e questa

ricettività all’innovazione qualificano il territorio emiliano-romagnolo come “early adopter” di iniziative - concludono dalla Regione - sperimentazioni e in generale di soluzioni previste dall’Agenda Digitale Europea, che possano poi replicarsi e diffondersi in altri territori».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro