Quotidiani locali

Medolla, perde alle slot, finge una rapina

Un 35enne tunisino si è presentato ferito dai carabinieri

MEDOLLA. Voleva nascondere la perdita alle slot, così, ha simulato una rapina.

Un tunisino di 35 anni si è presentato in caserma dai carabinieri, il 15 febbraio scorso, insanguinato. L’uomo, ai militari, ha raccontato di essere appena stato rapinato da tre sconosciuti.

Sperando di rendere verosimile quanto stava spiegando ha mostrato ai carabinieri il taglio riportato sul braccio sinistro a seguito, a suo dire, dell’agguato appena subito. Il racconto del tunisino ha insospettito subito i militari che hanno approfondito i dettagli del caso. Scoprendo che, non solo il 35enne non ha subito nessuna rapina, ma che il reato sarebbe stato inscenato per nascondere una perdita alle slot.

L’uomo, infatti, aveva giocato d’azzardo mille euro, perdendo l’intero ammontare. Secondo quanto emerso dalle indagini, l’uomo temeva la reazione dei famigliari dopo la notizia dell’ingente perdita che avrebbe sicuramente gravato sul bilancio.

Così, si è procurato una ferita a un braccio ed è corso in caserma per mettere in scena la finta rapina, sperando di essere creduto.

I carabinieri, però, non l’hanno bevuta e, dopo avere provveduto ai

dovuti accertamenti, hanno denunciato l’uomo che, ora, dopo avere perso mille euro alle macchinette si trova di fronte anche a guai giudiziari.

Il tunisino è stato denunciato per simulazione di reato dai carabinieri della Compagnia di Carpi.

Serena Arbizzi

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro