Quotidiani locali

Modena, violenza sulle donne: aiutate 459 vittime

Prosegue l’impegno della Casa delle Donne di Modena e Vivere Donna di Carpi. Ma tante ancora non denunciano i soprusi

Modena, Polizia in piazza contro la violenza sulle donne MODENA. La Polizia scende in piazza controla violenza sulle donne. Torna "Donne di corsa", la camminata non competitiva che attraversa il centro storico di sera video di Gino Esposito

MODENA. Modena molto più virtuosa di Bologna nel rispetto dei partner ma non è una consolazione sapere che i casi di violenza alle donne sono ancora tanti, troppi: il 5,7% delle denunce, secondo i recenti dati della Regione Emilia-Romagna. E le richieste di aiuto alla Casa delle Donne di Modena oltre che ad analoghe strutture in provincia restano tante.

Tra Violenze, maltrattamenti e stalking sono oltre 7.900 I casi denunciati dalle donne dell'Emilia-Romagna tra il 2013 e il 2016.

Il reato più frequente è la violenza sessuale, che da sola rappresenta il 51% di quelli consumati e il 71% di quelli tentati. I fascicoli aperti per stalking e omicidio sono invece il 23 e il 22%, i casi di maltrattamento sono il 15% dei reati consumati. I dati sono stati presentati oggi in commissione parità della regione e sono il frutto del lavoro della commissione parlamentare d'inchiesta sul femminicidio.

Bologna è il territorio dove più si registrano i casi di violenza sulle donne: il 40,75% dei reati rilevati in regione. Modena si attesta molto più in basso: i casi sono sei volte in meno. Un dato che sarebbe opportuno approfondire e capire meglio.

Tutte le altre province della nostra regione seguono a distanza: 9,7% a Parma; 9,6% a Ravenna; 8,5% a Reggio; 7,8% a Rimini; 7% a Ferrara; 6,3% a Forlì; 5,7% a Modena (nonostante sia il territorio più popoloso dopo Bologna); 4,5% a Piacenza. Rispetto alla popolazione femminile residente, mentre Modena mostra numero bassi, il tasso di omicidi è più alto invece a Piacenza (7,4 su 100mila donne), seguita da Ravenna (6,4), Parma (5,3), Ferrara (4,3) e Bologna (3,3). Per i tentativi di omicidio è Bologna ad avere il tasso più alto (6,15), seguita da Rimini (3,5), Parma (3,1) e Ravenna (3). Anche per quanto riguarda la violenza sessuale, Bologna è il territorio col maggior numero di notizie di reato: 371 fascicoli aperti e 124 realmente consumati; 63 casi di tentata violenza e 29 concretamente avvenuti. Seguono Ravenna (140 violenze), Reggio (93) e Ferrara (92). Dati su Modena e le inchieste in corso non ce ne sono. Per reati consumati da ignoti, dopo Bologna la sede con più iscrizioni di notizie di reato è Rimini (30) seguita da Ravenna (19), Parma (13) e Ferrara (11). Come tentativi di violenza sessuale, dopo Bologna troviamo Rimini e Forlì.

Per quanto riguarda lo stalking, Parma, Ferrara e Reggio sono le città con i numeri più alti dopo Bologna, ma dopo il capoluogo (tasso 16,5) è Ferrara ad avere più casi in rapporto alle donne residenti (10,9). Ancora una volta nessun dato noto su Modena

Prosegue intanto l’azione di aiuto delle istituzioni e delle associazioni modenesi. Sono 459 le donne accolte nel 2016 alla Casa delle Donne contro la violenza di Modena e Vivere Donna di Carpi, i due centri antiviolenza presenti nel territorio modenese; di queste 357 si sono rivolte a centri per la prima volta. Complessivamente nel periodo dal 2011 al 2016 sono state oltre 4.544 le donne vittime di aggressione che si sono rivolte alla rete dei Pronto soccorso dell’Ausl di Modena: 676 nel 2016, circa 800 all'anno nel biennio 2011-2012; il 40% delle violenze è commesso da familiari, dal coniuge o dal convivente.

Sono alcuni dei dati raccolti dall'Osservatorio modenese sulla violenza contro le donne promosso dalla Provincia che danno una fotografia del problema sociale e di genere nella nostra provincia.

Questa resta la battaglia prioritaria non solo per chi celebra l’8 Marzo. (c.g.)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro