Quotidiani locali

Pronti oltre 4 milioni per il Polo della sicurezza

Sorgerà a Vignola per ospitare la caserma dei pompieri e la Protezione Civile È il principale investimento nel bilancio dell’Unione. Soldi anche per le scuole

VIGNOLA . Durante l’ultimo consiglio dell’Unione dei Comuni Terre di Castelli è stato approvato a maggioranza (24 voto favorevoli e 3 contrari) il bilancio di previsione dell’Unione, che riguarda i comuni di Vignola, Savignano, Marano, Spilamberto, Castelnuovo, Castelvetro, Guiglia e Zocca.

Negli investimenti previsti nel programma triennale delle opere pubbliche 2018–2020, allegato al bilancio, sono evidenziate alcune delle “grandi opere” previste nel breve–medio periodo. Tra queste, l’investimento più consistente riguarda il “polo della sicurezza”, che dovrebbe realizzarsi nel territorio di Vignola e ospitare la “nuova caserma dei vigili del fuoco, integrata con le sedi operative di altri enti preposti alla sicurezza e alla protezione civile dell’Unione”, ovvero appunto il nucleo di protezione civile dell’Unione.

Per questo intervento sono stati previsti in particolare, nell’anno 2018, 4.465.091 euro, decisamente l’opera che attualmente occupa la maggior parte del budget destinato agli investimenti. Sempre al 2018, il programma triennale delle opere pubbliche assegna altri lavori importanti come la realizzazione di una nuova scuola elementare a Marano, che sarà denominata “Edmondo De Amicis”.

Il costo di realizzazione preventivato, in questo caso, è di 3.820.000 euro. Sempre in tema di scuola, che è una delle funzioni che i comuni della valle del Panaro hanno appunto delegato all’Unione, in calendario quest’anno ci sono anche l’ampliamento del polo scolastico di Castelnuovo, per un importo previsto di 1.550.000 euro, assieme all’ampliamento e alla ristrutturazione della scuola d’infanzia “Collodi” di Marano per 500.000 euro. Il secondo stralcio funzionale del nuovo polo scolastico di Vignola, con l’intervento sulla scuola media, è stato invece al momento calendarizzato per il 2019, con 3.500.000 euro.

Sempre nel 2019 saranno protagoniste le scuole anche a Spilamberto, con 5.225.000 euro per la realizzazione della nuova scuola elementare. Tornando a quest’anno, invece, da segnalare è anche l’investimento di 1.875.000 euro per la ristrutturazione e la riqualificazione di Villa Ferrari a Castelnuovo, di cui ormai da anni si discute e si ragiona in paese. Complessivamente, il bilancio 2018 dell’Unione dei Comuni “Terre di Castelli” si muove nell’ordine di oltre 79 milioni di euro di entrate, di cui più di 53 milioni di euro sono destinati alle spese correnti, viste le importanti funzioni delegate appunto all’Unione, che vanno dalla polizia municipale, alle scuole a tutto il comparto del welfare.

Altri dati rilevanti sono quello relativo al fondo pluriennale vincolato, pari a 1.217.755,82 euro, alle spese in conto capitale, pari a oltre

15 milioni di euro, e alle spese per conto terzi, pari a più di 6.7 milioni di euro. Da notare infine che la tendenza prevista è quella di un sensibile decremento del bilancio da gestire, che passerà nel 2019 a 71,8 milioni di euro (dai 79 del 2018) e nel 2020 a 62,2 milioni di euro.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro