Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Modena, guardando in faccia al futuro Vi diciamo come ci si orienta

Cosa scegliere dopo le medie? L’esperienza dei ragazzi della Ferraris di Modena Un sito web guida realizzato e presentato dagli studenti stessi: forti dentro. E belli 

Loro hanno sguardi intensi, ma anche buffi, dolci, testardi e orgogliosi, e pose spavalde, graffi e fango, indossano copricapi da rinoceronte, tutu e gabbie di metallo che non le hanno fermate. Loro sono le 175 bambine e ragazzine fotografate da Kate T. Parker, madre, moglie, ex-calciatrice e fotografa professionista che “ha voluto celebrare le ragazze così come sono, non come quelle che gli altri vorrebbero che fossero. Ci sono – scrive nell'introduzione di “Belle forti. Ragazze che voglion ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Loro hanno sguardi intensi, ma anche buffi, dolci, testardi e orgogliosi, e pose spavalde, graffi e fango, indossano copricapi da rinoceronte, tutu e gabbie di metallo che non le hanno fermate. Loro sono le 175 bambine e ragazzine fotografate da Kate T. Parker, madre, moglie, ex-calciatrice e fotografa professionista che “ha voluto celebrare le ragazze così come sono, non come quelle che gli altri vorrebbero che fossero. Ci sono – scrive nell'introduzione di “Belle forti. Ragazze che vogliono essere se stesse”, pubblicato dalla casa editrice Il Castoro - lo sguardo di Alice che ha appena raggiunto la cima con la sua bicicletta, la saggezza di Grace che parla della sua recente battaglia contro il cancro, il sorriso orgoglioso di Aris diventata pilota a soli sedici anni, la grinta di Carlie sul campo da football”.

Non ci si può sbagliare. Ella, 9 anni, dalla copertina guarda dritta l'obiettivo a braccia incrociate, con un'aria che sa anche un po' di sfida, e in effetti ci sta, quell'aria lì, perché bisogna trovare la parte tosta dentro per attraversare la paura e trasformarla in forza. “Se sei forte dentro, nessuno ti può spezzare”. Conferma Carlie 12 anni. “Mio padre mi chiama «gatto selvatico» - dice invece Tayla, 7 anni - Credo perché sono un po’ pazza e non mi importa se mi sporco o se metto tutto in disordine quando gioco. Mi piace”. Ecco, ci vuole un bel po' di coraggio anche non mettere etichette, lasciando da parte le aspettative adulte. L'affermazione più divertente? “Volevo asfaltare il mio fratellino, ma la mamma ha detto di no”. Syd 8 anni. Dalla resilienza alla creatività, dalla gentilezza all'indipendenza c'è tutto, in queste foto. Costa 19 euro, la traduzione dei testi è affidata alla sensibilità di Claudia Valentini.

In mezzo ai titoli urlati e ammiccanti pieni di aggettivi che sanno un po' di guerriglia e che si rivolgono, è evidente, agli adulti che “vorrebbero che”, è un bel titolo “belle forti”. Naturale, schietto. Una constatazione, non una patinata aspirazione.

Poi ci sono loro, invece. Loro che frequentano una terza media in città (la 3D della scuola secondaria inferiore Ferraris) e che hanno pensato di realizzare un sito web dedicato all’orientamento scolastico, in particolare alla scelta della scuola superiore, spiegato a ragazzi e ragazze in procinto di scegliere, da ragazzi e ragazze che sono andati a informarsi per loro. “I ragazzi – spiega Elisa Turrini, insegnante alle Ferraris - hanno curato l’intero progetto, dalla fase iniziale di ideazione a quella conclusiva di presentazione del prodotto finale. Orientally, nome ispirato al celebre social Musically, è stato presentato l'8 febbraio all’assessore all’istruzione in un evento interamente organizzato dai ragazzi della 3D della scuola Ferraris. Sul palco si sono alternati i team manager dei vari gruppi di lavoro (uff. stampa, web development, canale Youtube, redazione contenuti) a raccontare con musiche ed immagini la storia del progetto e l’originalità del prodotto”.

Ora è online la versione ufficiale del loro sito. L'indirizzo non è semplice... https://sites.google.com/ic4mo.istruzioneer.it/orientally. Qui si trovano tutti gli obiettivi, le convinzioni, le parole chiave (lavoro di squadra, determinazione, competenze, mica ciccioli), le pagine dedicate a istituti professionali, tecnici e licei, i video che descrivono alcune scuole superiori, le interviste alle persone che “hanno fatto una scelta professionale vincente e coerente con le proprie passioni e aspettative”. E loro, i ragazzi e le ragazze della 3D. Sorridenti, determinati, competenti. Loro, maschi e femmine, generazione di domani, che forse ci riesce, chissà, a ricostruire un mondo migliore.

Foto © 2017 Kate T. Parker. Photography, Inc..