Quotidiani locali

Modena Parcheggi, la App con sovrapprezzo fa infuriare il Comune: "Non deve esserci"

Dopo la notizia che l’applicazione per posteggiare l’auto mette un sovrapprezzo interviene l’assessore Giacobazzi: «Il gestore cerchi subito altri sistemi gratuiti»

MODENA. Modena Parcheggi, la società con sede a Bolzano che gestisce l’ampio “Parcheggio del centro” sotto il Foro Boario di via Berengario, sarà costretta a cercare una applicazione gratuita per chi parcheggia sulle strisce blu. L’ha comunicato ieri l’assessore alla mobilità Gabriele Giacobazzi dopo avere verificato come la comodissima applicazione per smartphone “Sostafacile” da un costo di zero centesimi per commissione era passato a un costo compreso tra i 19 e i 39 centesimi di euro.

leggi anche:

Una cifra considerata dunque inaccettabile per il Comune che ha appaltato alla società privata la gestione dei parcheggi cittadini. L’assessore Giacobazzi chiede di «cercare altre applicazioni che non prevedano costi aggiuntivi per i cittadini perché è inaccettabile. Modena Parcheggi individui al più presto una nuova app da utilizzare in città per il pagamento della sosta perché è importante continuare a garantire un buon livello del servizio incentivando anche l’uso di tecnologie innovative che agevolino la fruizione degli spazi di sosta a pagamento. Questa prospettiva è condivisa anche da Modena Parcheggi che si è già attivata per la ricerca di nuove applicazioni per smartphone, non potendo intervenire nelle autonome scelte imprenditoriali dei gestori dell’attuale, e conta di poterle attivare nel giro di poche settimane. Riteniamo inoltre sia giusto che il nuovo gestore della app si renda disponibile al rimborso del credito residuo precaricato dagli utenti di Sostafacile per chi non intende accettare le nuove condizioni contrattuali di Easypark».

Insomma un aut aut o quasi dopo che nelle settimane scorse era stato reso noto il passaggio del sistema “Sostafacile” a Easypark, a causa della fusione per incorporazione della “Società Brav Servizi srl” che gestiva Sostafacile. La vicenda è esplosa nei giorni scorsi, quando il movimento 5stelle ha protestato e ieri l’amministrazione comunale ha deciso di intervenire con decisione constatando che la “denuncia” aveva un fondamento nei numeri. Easypark, infatti, gestisce questa applicazione molto utile nel parcheggiare sulle strisce blu gestendo l’orario di sosta via telefono praticamente in tutta Italia. Solo in due città - Roma e Milano oltre a qualche piccolo centro come Bellaria in Romagna - non ci sono costi aggiuntivi per l’utenza mentre altrove si paga come sotto la Ghirlanda. Ma a Bologna ad esempio si utilizza una applicazione totalmente gratuita. Tanti lettori sui social e sul sito internet hanno protestato per la nuova gabella.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro