Quotidiani locali

Modena, preso corriere con un chilo di coca

Arrestato un 39enne con un carico di droga per 200mila euro

MODENA. Il viaggio in autostrada da Genova a Bologna è stato interrotto dalla polizia stradale che, pescando nel mucchio dei passanti, si è soffermata proprio su di lui: un pregiudicato per droga che stava svolgendo il pericoloso mestiere di corriere di droga.

E nascosta nella sua auto è stata trovata cocaina per oltre un chilo del valore al minuto di 200mila euro.

Il colpo grosso è stato compiuto dalla polizia stradale del distaccamento Modena Nord durante un banale controllo di routine sulle auto di passaggio lungo l’Autostrada del Sole tra Modena Nord e Modena Sud. Era sabato pomeriggio e il traffico in direzione sud era abbastanza leggero. L’attenzione è caduta, come detto dalla Questura, su una Skoda Roomster, un piccolo suv. Il controllo della targa ha però fornito un segnale agli agenti: è il mezzo di proprietà di un genovese di 39 anni conosciuto dalle forze dell’ordine perché in passato era in un giro di spacciatori.

La polizia ha allertato la pattuglia che ha seguito l’auto e, giunta la casello di Valsamoggia, ha tirato fuori la paletta facendo segno di fermarsi appena possibile.

Il conducente è diventato subito nervoso, un elemento che insospettisce sempre la polizia. Addosso aveva 1,4 grammi di hascisc, ma non era sicuramente quella pallina di “fumo” a renderlo così teso, anche se continuava a ripetere che quel “tocco” era tutto quello che aveva con sé.

La stradale Modena Nord ha così iniziato a controllare l’auto. E all’interno è stato trovato nascosto sotto un pannello un carico ben più importante: un panetto con 1,025 chili di cocaina. Droga di ottima qualità e abbastanza pura che all’ingrosso vale circa 70mila euro e invece venduta al minuto poteva rendere fino a 200mila euro. Lo stupefacente è stato subito posto sotto sequestro e ora sarà analizzato nei laboratori della Polizia scientifica per capirne la qualità, la consistenza e se possibile informazioni sulla provenienza.

Il corriere genovese è finito in

manette e, dopo un interrogatorio in Questura, è sttao portato in cella alla casa circondariale di Sant’Anna, come deciso dal magistrato di turno, in attesa della convalida dell’arresto.

Si sospetta che il carico fosse destinato proprio alla piazza di Bologna.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro