Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

I depositari della cultura

Dai codici miniati alla Pimpa fino alle famose agende Comix

Franco Cosimo Panini Editore (FCP) progetta, sviluppa e distribuisce oltre 5.000 diversi articoli ogni anno: dai prestigiosi volumi d’arte, ai libri per bambini in età prescolare, fino ai prodotti per cartolerie e musei. Detiene le licenze dei più importanti brand: da Disney a Ferrari, da WWF a Milan, Inter e Roma, da NBA a Miraculous... ll marchio di punta è Comix. Nato come settimanale per l’edicola, Comix è diventato agenda scolastica nel 1994 e oggi è il diario più venduto d’Italia: tra ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Franco Cosimo Panini Editore (FCP) progetta, sviluppa e distribuisce oltre 5.000 diversi articoli ogni anno: dai prestigiosi volumi d’arte, ai libri per bambini in età prescolare, fino ai prodotti per cartolerie e musei. Detiene le licenze dei più importanti brand: da Disney a Ferrari, da WWF a Milan, Inter e Roma, da NBA a Miraculous... ll marchio di punta è Comix. Nato come settimanale per l’edicola, Comix è diventato agenda scolastica nel 1994 e oggi è il diario più venduto d’Italia: tra Comix e altri 30 titoli, FCP produce ogni anno 2 milioni di diari.

È presente in tutte le librerie d’Italia con i libri per bambini, specializzati nella fascia 0-8 anni. Due i personaggi di successo nell’editoria per l’infanzia: la Pimpa nata dalla geniale matita di Altan, oggi distribuita nel mondo e Giulio Coniglio, creato da Nicoletta Costa e ora protagonista di una serie animata. FCP è anche l’editore del “visionario” francese Hervé Tullet. Nota in tutto il mondo per Mirabilia Italiae, collana diretta da Salvatore Settis, e per i facsimili di codici miniati rinascimentali, dal 2014 FCP, ha costituito una nuova divisione museale: è gestore del bookshop ed editore del Museo Egizio di Torino e, da febbraio 2018, di tutti i musei civici di Verona. Nel 2017 ha acquisito Haltadefinizione, azienda specializzata nell’acquisizione e divulgazione (fisica e digitale) di immagini d’arte. Ha 150 tra dipendenti e agenti di vendita e ha fatturato 32 milioni nel 2016. Il capitale dell’azienda è detenuto dai cinque figli di Panini che, con mamma Emilia, la amministrano con l’aiuto di Stefano Baraldi, consigliere e Davide Gastaldi, direttore generale.