Quotidiani locali

Due bambini colpiti da tubercolosi a Marano

Uno all’asilo Collodi e l’altro alle primarie De Amicis: forma lieve, non sono gravi L’Ausl ha incontrato i genitori rassicurandoli sulle basse probabilità di contagio

MARANO. Due casi di tubercolosi polmonare in altrettante scuole di Marano.

Questa la diagnosi per i sintomi che due bambini presentavano nei giorni scorsi: uno frequenta la scuola dell’infanzia Collodi - quella del “caso brandine” scoppiato a febbraio -, l’altro le primarie De Amicis. I piccoli sono già in cura attraverso la somministrazione di antibiotici specifici e le loro condizioni non destano preoccupazioni, anche se servirà diverso tempo per debellare completamente la malattia.

Come di prassi in casi di tubercolosi, l’Ausl ha attivato il protocollo avviando controlli sui familiari dei bambini, gli amici più stretti, i compagni e gli insegnanti: nonostante le probabilità di contagio siano bassissime, tutti nei prossimi giorni saranno sottoposti al cosiddetto test “Mantoux”, l’esame specifico per la tubercolosi.

Per rassicurare i genitori dei bambini che frequentano le due scuole coinvolte, l’Ausl li ha convocati martedì sera per una riunione, durante la quale ha illustrato nei dettagli la situazione.

La dottoressa Ragni dell’Ausl ha tranquillizzato tutti i presenti, evidenziando come i due casi di tubercolosi siano lievi e non destino preoccupazioni di sorta per la salute dei due bambini coinvolti. Ha poi risposto a tutte le domande dei presenti, preoccupati per una malattia che da sempre è motivo di allarmismo.

La tubercolosi infatti è una malattia infettiva: i sintomi sono tosse, perdita di peso, dolore toracico, febbre e sudorazioni. È contagiosa e si trasmette da persona a persona per via aerea mediante un batterio, il Mycobacterium tuberculosis. Tuttavia la trasmissione necessita di un contatto stretto e molto prolungato con il malato, in uno spazio chiuso e confinato. E quindi non attraverso indumenti, oggetti personali o posate, ecco perché la contagiosità è bassa e la trasmissione del germe non avviene con facilità. Nelle scuole modenesi non si sono verificati casi di tubercolosi quest’anno, mentre ce ne sono stati tre nel Reggiano, uno in un istituto superiore di Castelnovo

Monti e due in scuola primaria di Scandiano: i pazienti sono guariti grazie alle terapie antibiotiche.

Ora due casi a Marano, dove la preoccupazione dei genitori è scemata grazie alle rassicurazioni dell’Ausl.

Giovanni Balugani
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro