Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Hombre a Modena: Il Parmigiano Reggiano creato col latte "perfetto"

Hombre è stata la prima realtà a ottenere la certificazione bio in provincia Matteo Panini: «Il prodotto nasce dall’incontro di uomo, animale, tempo»

MODENA. Rispetto. È questa la parola che più ricorre durante l’intervista con Matteo Panini, uno dei titolari dell’Azienda Agricola Hombre di Modena, specializzata nella produzione di Parmigiano Reggiano (oltre ad una meravigliosa ricotta calda che viene fatta giornalmente su ordinazione).



Rispetto per le persone, rispetto per la natura, rispetto per gli animali, rispetto per i prodotti.

Matteo è figlio di Panini, quel Panini che grazie alle figurine ha dato lustro a Modena. Ma da suo p ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MODENA. Rispetto. È questa la parola che più ricorre durante l’intervista con Matteo Panini, uno dei titolari dell’Azienda Agricola Hombre di Modena, specializzata nella produzione di Parmigiano Reggiano (oltre ad una meravigliosa ricotta calda che viene fatta giornalmente su ordinazione).



Rispetto per le persone, rispetto per la natura, rispetto per gli animali, rispetto per i prodotti.

Matteo è figlio di Panini, quel Panini che grazie alle figurine ha dato lustro a Modena. Ma da suo padre Matteo ha ereditato anche la passione per la terra: «L’azienda Hombre - racconta Matteo - è nata negli anni ’70. È stato mio papà ad avere l’idea, la sua era originariamente una famiglia di mezzadri e ha sentito il desiderio di tornare alle origini, per lui era un po’ un hobby, qualcosa di diverso, che amava molto».

Oggi invece l’Azienda Agricola Hombre è una delle realtà più importanti in provincia di Modena, soprattutto per la produzione del Parmigiano Reggiano: 18 dipendenti, 600 animali totali (di cui circa 280 in lattazione), 7500 litri di latte al giorno, 5400 forme di Parmigiano all’anno e 310 ettari di terreno.



«Il nostro Parmigiano lo facciamo con quello che io definisco ‘latte perfetto’, che nasce dall’incontro di due latti, creando un cross ideale tra grassi e proteine: quello della frisona e quello della pezzata rossa, le due specie di mucche che abbiamo in azienda. Per noi il latte perfetto è quello che ha caratteristiche nutritive giuste ed equilibrate che deriva ovviamente anche da tutto quello che viene prima: il buon cibo biologico (leguminose, sorgo, mais, orzo e graminacee), la qualità della vita degli animali, gli spazi in cui vivono e la libertà che hanno nel muoversi all’aperto, al pascolo».

«Oggi si parla tanto di Slow Food, ma secondo me non esiste slow food senza slow company, non si può frammentare la produzione. Il prodotto finale è frutto di tutto quello che viene prima. Il Parmigiano Reggiano nasce da una sorta di ‘democrazia alimentare’: tre linguaggi diversi (uomo, animale e tempo) si incontrano e creano questo capolavoro».

Le forme di Parmigiano Reggiano dell’Azienda Agricola Hombre per lo più vengono esportate all’estero (per un 70% del totale) soprattutto in Francia e Germania. Resta anche la vendita diretta dello spaccio in azienda, una cosa davvero importante per Matteo: «Così la gente capisce da dove viene il prodotto. La nostra vuole essere un’azienda aperta che vuole farsi scoprire e conoscere».
 

Una certificazione per condividere l’impatto sociale lungo la filiera

L’azienda Agricola Hombre ha una certificazione unica nel mondo delle aziende agricole modenese. È la certificazione Social Footprint. Grazie a questa nuova documentazione si possono condividere le informazioni relative agli impatti sociali del Parmigiano Reggiano Dop lungo tutta la filiera: dai campi al prodotto finito, perché garantire i diritti di chi lavora è fondamentale come la qualità del formaggio. Trasparenza, salute, rispetto e relazioni durature: questi gli ingredienti per un prodotto sano da ogni punto di vista.


Social Footprint è la prima certificazione che valuta l’impronta sociale di un prodotto e consente al consumatore di scegliere in modo sempre più consapevole valutando anche gli aspetti “umani” dell’azienda per produrre un qualsiasi prodotto alimentare e non. «Vogliamo dimostrare ai nostri clienti – spiega Matteo Panini – che Hombre sa offrire anche un valore sociale al territorio.

Per noi, ad esempio, è importante dare lavoro a giovani e a uomini e donne in egual misura; i nostri collaboratori abitano all’interno dell’attività (ci sono alcune case messe a disposizione delle cinque famiglie che lavorano da noi) e tutto il percorso si sviluppa in azienda senza doversi spostare, in un’ottica di sostenibilità. Il concetto è semplice ma fondamentale: se il prodotto nasce e cresce in modo sano sarà senza dubbio di qualità, da tutti i punti di vista; sarà un’eccellenza che darà lustro all’azienda e a Modena». Non solo un’azienda che crea prodotti alimentari, dunque, ma anche attenzione per il territorio e per chi lo abita e vi lavora. (o.g.)