Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La Linea Gotica raccontata da Gabriele Ronchetti

Gabriele Ronchetti parla della Linea Gotica nella guida “La linea Gotica – I luoghi dell’ultimo fronte di guerra in Italia”, una seconda edizione arricchita ed integrata con maggiori informazioni e...

Gabriele Ronchetti parla della Linea Gotica nella guida “La linea Gotica – I luoghi dell’ultimo fronte di guerra in Italia”, una seconda edizione arricchita ed integrata con maggiori informazioni e curiosità (Ed. Mattioli 1885, p. 202, euro 18). Si tratta di un approfondimento sull’ultimo fronte della seconda guerra mondiale in Italia, sul quale si attestarono le truppe tedesche nell’estremo tentativo di fermare l’avanzata delle armate anglo-americane lungo la penisola.

“E’ importante tratta ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Gabriele Ronchetti parla della Linea Gotica nella guida “La linea Gotica – I luoghi dell’ultimo fronte di guerra in Italia”, una seconda edizione arricchita ed integrata con maggiori informazioni e curiosità (Ed. Mattioli 1885, p. 202, euro 18). Si tratta di un approfondimento sull’ultimo fronte della seconda guerra mondiale in Italia, sul quale si attestarono le truppe tedesche nell’estremo tentativo di fermare l’avanzata delle armate anglo-americane lungo la penisola.

“E’ importante trattare la Linea Gotica – spiega l’autore Gabriele Ronchetti nella prefazione – come un unicum storico-territoriale senza soluzione di continuità e la stessa memoria degli eventi che vi accaddero oltre settant’anni fa non può prescindere da una lettura complessiva che ne metta in luce tutti gli aspetti, da quello storico a quello militare fino a quello sociale, intimamente connessi tra loro…In primo luogo, la Linea Gotica fu una linea di demarcazione fra due Italie: quella già liberata dagli alleati dove si erano già insediate giunte civili di governo e quella ancora sotto l’occupazione nazifascista con la Resistenza attiva a svolgere il ruolo di spina nel fianco degli occupanti. Mentre a sud degli appennini la guerra era già finita, nel resto del territorio ancora si soffriva e si moriva a causa della guerra. La linea Gotica quindi come luogo di separazione e di scontro ma non solo. Gli otto mesi sulla Gotica furono anche motivo d’incontro e di contaminazioni positive: qui entrarono in contatto per la prima volta nella storia mondi e culture fino ad allora lontani, un ‘villaggio globale ante litteram’ nel quale vissero insieme soldati provenienti da quaranta paesi diversi con le popolazioni rurali italiane”. Una guida interessante, ben fatta e ricchissima di informazioni, curiosità e foto. Il volume si apre con una introduzione storica che racconta gli ultimi otto mesi della seconda guerra mondiale in Italia; nella seconda parte invece la guida propone itinerari di visita nei luoghi della Linea Gotica dove restano ancora tracce, testimonianze e memorie del passaggio del fronte. Si tratta di un volume che ha un approccio innovativo, storico ma anche turistico, con l’obiettivo di valorizzare le bellezze e le peculiarità di un’area vasta che va dall’Adriatico al Tirreno. A dimostrazione del fatto che su questo percorso è possibile organizzare anche una bella vacanza dedicata alla ‘memoria’.