Quotidiani locali

Modena.«Troppi premi agli avvocati comunali»

Gli ispettori inviati dal Ministero contestano all’amministrazione pagamenti extra versati anche in caso di cause non vinte

MODENA. Sono giornate particolarmente agitate nei corridoi municipali, dove tra le Rsu di Cgil, Cisl, Csa e il Sulpl iniziano a circolare copie dei rilievi degli ispettori del Ministero Economia e Finanze, fatte all’amministrazione comunale in materia dei premi di produttività.

Rilievi contenuti in un “rapporto” di oltre un centinaio di pagine che sicuramente saranno al centro di vivaci dibattiti nelle assemblee che questi sindacati si apprestano a fare con i dipendenti, per spiegare l’accordo sulla riduzione del 26% del fondo dei premi economici riservati loro. Riduzione fortemente contestata dalla Uil-Fpl, che pare essere l’unica a non avere accesso al rapporto del Mef. Una riduzione che pare essere anche figlia delle ispezioni ministeriali.

I mugugni a dire il vero sono già iniziati. Ad esempio sul caso delle “procuratorie degli avvocati del Comune”. È emerso che tra i rilievi degli ispettori figura il fatto che agli avvocati assunti in pianta stabile dal Comune, per curarne la parte legale, siano stati riconosciuti premi in denaro anche quando non lo meritavano. Nel senso che il premio economico veniva riconosciuto anche quando non c’era una sentenza favorevole al Comune, ad esempio con un patteggiamento o un accordo extragiudiziale (ordinanze di sospensiva, lodi arbitrali, atti di rinuncia al ricorso etc). Gli ispettori a questo proposito rilevano che la consuetudine è in contrasto con la normativa prevista dal contratto nazionale del 2000. Ed infatti gli ispettori rilevano: «la non regolarità dei compensi erogati, in quanto non riferiti a sentenze propriamente intese favorevoli all’ente, in quanto erogati a seguito di una controversia conclusa con un atto diverso dalla sentenza». E peggiorare il mal di pancia dei dipendenti anche il fatto che, in questi anni, il denaro per i premi elargiti, ingiustamente secondo gli ispettori, è stato pescato al fondo riservato a tutti i dipendenti. Quindi l’ammontare di quello che si poteva distribuire tra tutti veniva giocoforza ridotto. Se poi, come viene rilevato dagli ispettori, questi non ne avevano diritto...

Altra contestazione che sarà origine di malessere sono i rilievi fatti ai premi per i dipendenti P.O, ovvero posizione organizzative. Si tratta di personale che sta un gradino sotto i dirigenti, che già godono di uno stipendio maggiore rispetto ai normali dipendenti. Questi a loro volta sono premiati con il fondo dei dipendenti comunali. In questo caso i rilievi si sono soffermati sulle troppe promozioni da 37 a 46 senza motivazioni adeguate.

In più c’è il fatto che il loro monte premi di produttività non sarà tagliato del 27%, come annunciato dai sindacati, ma il taglio reale sarà del 6,7% in quanto il 27% è calcolato solo su una parte dell’intero montepremi, quello ancora da distribuire .


 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro