Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Modena, ancora ladri di computer nelle scuole

L'esterno delle scuole medie Calvino

Nel mirino il complesso 2 al Villaggio Giardino a Modena. Gli istituti non sono protetti: nessun allarme e le porte si violano facilmente

MODENA Chi protegge le scuole modenesi dai ladri? Forse questi colpi non sono così eclatanti come una spaccata in un negozio nel centro ma sono invece un flagello per due motivi. il primo ceh sono continui, nel senso che a turno, col passare delle settimane e dei mesi, difficilmente c’è un qualche istituto superiore o inferiore, un qualche asilo o scuola elementare che possa vantarsi di non essere stato derubato. Il secondo motivo è che si tratta di furti che vengono commessi con estrema fac ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MODENA Chi protegge le scuole modenesi dai ladri? Forse questi colpi non sono così eclatanti come una spaccata in un negozio nel centro ma sono invece un flagello per due motivi. il primo ceh sono continui, nel senso che a turno, col passare delle settimane e dei mesi, difficilmente c’è un qualche istituto superiore o inferiore, un qualche asilo o scuola elementare che possa vantarsi di non essere stato derubato. Il secondo motivo è che si tratta di furti che vengono commessi con estrema facilità e che provocano un danno molto importante, colpi che tagliano le gambe al personale docente che improvvisamente sui ritrova privo della strumentazione, a volte “anziana” a volte nuovissima per svolgere programmi didattici importanti. E di conseguenza il danno si riversa sugli alunni, anche loro costretti al palo sino all’arrivo di nuovi rinforzi.

IL COLPO L’altro giorno è finito nel mirino l’istituto scolastico comprensivo 2, un complesso di edifici in via Corni al villaggio Giardino che comprende la scuola media Calvino, l’elementare Galilei e l’asilo nido.

Seguendo un copione già andato in scena parecchie volte, i ladri, durante le ore notturne, hanno forzato una delle porte d’accesso alla scuola media Calvino. Sono porte antipanico, obbligatorie per legge per permettere una pronta fuoriuscita delle persone in caso d’emergenza. Ma sono facili da forzare e da aprire: un ladro, anche alle prime armi, entra senza difficoltà.

E senza essere disturbati da nessuno, i ladri hanno rovistato nelle classi, hanno aperto qualche armadietto negli uffici e nei laboratori e alla fine si sono impossessati di un computer. I malviventi, con lo stesso sistema, hanno fatto visita anche all’attiguo asilo nido, ma forse disturbati, se ne sono andati senza asportare nulla.

Bottino non ingente ma resta il fatto che le scuole modenesi non sono protette: istituti che con molta fatica riescono ad avere i fondi per rinnovare il materiale didattico con computer moderni, materiarle elettronico per il laboratorio, cuffie, microfoni e quant’altro vedono sparire tutto nell’arco di una nottata. Non ci sono sistemi d’allarme.

MANCANO GLI ALLARMI Sono pochissime le scuole che sono riuscite a dotarsi di almeno una minima protezione. Da più parti si sollecitano interventi in questo senso: l'amministrazione comunale, dicono gli interessati al problema , e la direzione scolastica dovrebbero stanziare fondi, prevedere investimenti per le difese di scuole ed asili. Ladri che vengono attirati anche dalle macchinette da caffè: una volta svaligiate quelle passano al setaccio i vari ambienti. Verso le fine dell’anno scorso ci furono veri e propri saccheggi: sparirono tutti i computer dalle scuole elementari Rodari in via Magenta, ci furono ripetuti assalti all’asilo di via del Sagittario, un colpo alla materna di piazzale Dossetti, una razzia di computer ala medie Lanfranco, solo per citarne alcuni.