Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Bomporto. Assalto al negozio di ottica, fuga con 30mila euro di merce

A Sorbara cinque banditi forzano di notte l’ingresso e svuotano tutti gli scaffali Isolato anche lo schiumogeno. Spartaco Vincenzi: «Quinto colpo in dieci anni» 

BOMPORTO

Ore 2 di mercoledì notte, l’allarme suona incessante al negozio di ottica a Sorbara in via Carpi Ravarino. Un vicino si affaccia, vede almeno cinque uomini incappucciati che fanno la spola tra l’attività commerciale e la strada. Racconterà al titolare di averli uditi anche parlare senza troppe remore dalla tanta sicurezza che mostravano durante l’azione. Il blitz dura pochi minuti, giusto il tempo di entrare e fare razzia. Hanno anche il tempo di arrampicarsi e mettere fuori uso il s ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BOMPORTO

Ore 2 di mercoledì notte, l’allarme suona incessante al negozio di ottica a Sorbara in via Carpi Ravarino. Un vicino si affaccia, vede almeno cinque uomini incappucciati che fanno la spola tra l’attività commerciale e la strada. Racconterà al titolare di averli uditi anche parlare senza troppe remore dalla tanta sicurezza che mostravano durante l’azione. Il blitz dura pochi minuti, giusto il tempo di entrare e fare razzia. Hanno anche il tempo di arrampicarsi e mettere fuori uso il sistema di allarme schiumogeno, staccando i fili e quindi rendendo impossibile la saturazione dell’ambiente. Poi si concentrano sugli scaffali dove sono esposti centinaia di montature di numerose marche di qualità.



Ci sono i Rayban, i Dolce & Gabbana, gli Armani e Liu Jo, Versace, Safilo e Luxottica. Il top di gamma era in vendita nell’ottica del massese Spartaco Vincenzi. Che ieri mattina si è recato anche dai carabinieri di Bomporto, intervenuti di notte ma quando ormai la banda si era già dileguata con un bottino quantificato tra i 25 e i 30mila euro.



«Mi è suonato il telefono nella notte per segnalarmi la situazione - spiega l’imprenditore Vincenzi mentre serve un cliente nel negozio svuotato - Ho trovato il biglietto dei carabinieri che mi invitavano a presentarmi in caserma. Cosa posso dire? Ormai non mi stupisco più, in dieci anni di attività ho già subito cinque furti e un altro tentato. Mi auguro che anche questa volta l’assicurazione copra il danno. Abbiamo messo in atto tutte le più elementari norme di sicurezza, ma con un palanchino hanno forzato la porta d’ingresso e sono entrati».



Logico supporre che la banda fosse composta da ladri specializzati in razzie su commissione. Perché piazzare sul mercato parallelo decine di montature di qualità non è impresa per balordi a meno che non abbiano un regista freddo e già esperto. La mente corre poi immediata a tre settimane fa quando un colpo analogo venne completato a Bomporto, in piazza Matteotti, all’ottica “Glamour Trendy”. Le modalità sono identiche: porta forzata di notte, blitz rapidissimo mentre l’allarme suona e fuga con un bottino piuttosto importante: almeno 300 paia di occhiali.

Ecco allora che i carabinieri andranno alla ricerca di dettagli utili alle indagini. Ci sono alcune videocamere che possono aver registrato il furto all’ottica di Sorbara o quantomeno il tragitto percorso dai banditi. Ma l’inchiesta parte in salita visto che nel negozio non ci sono tracce evidenti che possano aiutare. —