Quotidiani locali

Carpi, i picchiatori della rotonda? Erano comodi in albergo

Trovati a Reggio i violenti che hanno massacrato di botte i coniugi Galeone, i due, 40enni italiani, avevano la stessa auto. Ma senza altre prove sono liberi

CARPI. Erano ricercati per un incidente stradale con auto pirata a Rio Saliceto e un pestaggio senza un perché avvenuto il giorno dopo a Carpi.
La polizia di Reggio ha trovato l’uomo e la donna in un hotel di Reggio Emilia e li ha identificati, ma in attesa di riscontri sulla loro effettiva responsabilità non ha potuto trattenerli. La coppia, entrambi italiani 40enni, è stata identificata e fotosegnalata: al termine degli accertamenti in questura, i poliziotti hanno consegnato ai due un foglio di via obbligatorio dal Comune di Reggio Emilia della durata di tre anni. I due però sono liberi e ancora in circolazione. E il foglio di via, per ora, non riguarda Carpi, dove è accaduto l’episodio più inquietante. È stata una segnalazione anonima, arrivata alla centrale operativa della questura di Reggio sabato scorso alle 8.30, ad indicare che all’hotel Airone di via dell’Aeronautica 20, nella zona del campovolo, erano alloggiate due persone poco raccomandabili che utilizzavano una Renault Clio grigia vecchio modello. Poco raccomandabili perché l’uomo e la donna erano vestiti in modo trasandato, con delle cicatrici evidenti e un comportamento non limpido. Non c’è voluto molto alla questura per accorgersi che quella Renault era ricercata per la violenta aggressione avvenuta a Carpi, ai danni dei coniugi Galeone, spediti in ospedale per un banale incrocio sulla rotatoria. Gli agenti si sono recati all’hotel e hanno provveduto a bloccare la coppia e a portarla per accertamenti in via Dante. I due sono stati fotosegnalati e, in virtù dei numerosi precedenti penali, colpiti dal foglio di via. L’intero fascicolo è stato poi inviato ai carabinieri di Carpi, che indagano per i fatti modenesi.

Carpi: notte da Arancia meccanica, una coppia pestata a sangue


AUTO PIRATA
In realtà sono due gli episodi per i quali la coppia è sospettata. Il primo fatto è avvenuto nel reggiano e risale a martedì alle 19.40, quando in via San Lodovico a Rio Saliceto una Renault Clio grigia ha invaso l’altra corsia e ha urtato due vetture che provenivano in senso opposto: uno specchietto saltato via ha spaccato il finestrino lato guida, ferendo marito e moglie, mentre a sua volta lo specchietto della Renault Clio è volato addosso ad un’altra vettura che seguiva.


L'AGGRESSIONE
Ma l’episodio più inquietante è accaduto il giorno dopo, mercoledì, a Carpi, ai danni di una coppia che stava percorrendo la rotonda che porta a Santa Croce, all’altezza del caseificio San Giorgio. Benedetto Galeone, 53 anni, e Rosamaria, 49 anni, viaggiavano sulla propria auto quando una Renault Clio li ha superati e ha tagliato loro la strada. Il conducente della Renault e una donna sono scesi e hanno preso i coniugi a pugni. Un assalto furente e indiscriminato, finito al pronto soccorso dell’ospedale, dove le vititme hanno riportato una prognosi di quindici e venti giorni. Il figlio della coppia, Nicolas, subito dopo

il violento pestaggio ha lanciato un appello: «Se ci sono testimoni dell’accaduto si facciano avanti. Voglio che quei due paghino per quello che hanno fatto. Mi rivolgo a quell’uomo adesso, se tale si può definire: che si faccia un esame di coscienza». —
Ambra Prati

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro