Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Esperimento politico: matrimonio Lega-M5s Ma i civici si spaccano

Nel nuovo gruppo in Unione entra anche il centrodestra Mossa per arginare Pd e Smeraldi. Gianaroli capogruppo

VIGNOLA

Proviene dall’Unione dei comuni Terre di Castelli il primo esperimento locale di alleanza Lega Nord-Movimento Cinque Stelle. Dopo la formazione del nuovo Governo giallo-verde, infatti, è giunto il momento di realizzare una coalizione penta-leghista che si insedierà, appunto, tra i banchi dell’Unione. Lega e Cinque Stelle, insieme a centrodestra e civici, hanno infatti dato vita ad un nuovo gruppo politico che si chiama “Cittadini insieme in Unione” e debutterà durante il Consiglio ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VIGNOLA

Proviene dall’Unione dei comuni Terre di Castelli il primo esperimento locale di alleanza Lega Nord-Movimento Cinque Stelle. Dopo la formazione del nuovo Governo giallo-verde, infatti, è giunto il momento di realizzare una coalizione penta-leghista che si insedierà, appunto, tra i banchi dell’Unione. Lega e Cinque Stelle, insieme a centrodestra e civici, hanno infatti dato vita ad un nuovo gruppo politico che si chiama “Cittadini insieme in Unione” e debutterà durante il Consiglio del 19 luglio.



Il capogruppo sarà il grillino Filippo Gianaroli, già consigliere comunale a Castelvetro. Mentre il sindaco di Savignano, Germano Caroli appartenente ad un’area civica, ricoprirà il ruolo di vicecapogruppo. Tanti i temi su cui gli appartenenti della nuova formazione politica hanno deciso di far convergere la propria azione e interesse: la gestione dei rifiuti, la bonifica dei siti contaminati, l’urbanistica del territorio, le cooperative spurie, i servizi alla persona e la sicurezza.

«Le dinamiche politiche nazionali sono diverse da quelle locali dove i cittadini guardano con grande attenzione i progetti e le proposte fatte. Per questo è fondamentale che le diverse forze politiche possano dialogare senza alcuna preclusione, eliminando i pregiudizi - ha spiegato Caroli - Apriamoci nel rispetto delle diversità».

A fargli eco il pentastellato Gianaroli: «L’unico interesse è quello per i cittadini».

«I tempi sono cambiati. Servono risposte nuove alle nuove problematiche del territorio», ha concluso il sindaco di Vignola Simone Pelloni.

Saranno dodici i consiglieri raggruppati in “Cittadini insieme in Unione”: Alessandro Bini da Castelnuovo; Alan Bononcini da Guiglia; Virginio Leonelli da Marano; da Savignano, insieme a Caroli, anche Maurizio Tedeschi e Erio Linari; Fiorella Anderlini da Spilamberto; da Vignola, oltre al sindaco Pelloni, Enrico Valmori, Graziano Fiorini e Marco Sirotti.



L’Unione dei comuni Terre di Castelli, dunque, si conferma ancora una volta luogo ideale e terreno fertile su cui sperimentare “larghe intese”. Pochi mesi fa, a marzo per la precisione, furono infatti il Partito Democratico e “Vignola Cambia” di Mauro Smeraldi a siglare un patto. In quell’occasione fecero molto discutere le tempistiche con cui venne presentato il progetto: il giorno successivo alla firma dell’accordo, infatti, la consigliera dell’Unione in quota Pd Antonia Zagnoni si dimise lasciando il posto proprio a Smeraldi, capolista di Vignola Cambia e acerrimo oppositore di Pelloni. Anche in quel caso i punti programmatici facevano riferimento alla sicurezza e allo sviluppo economico ed urbanistico del territorio.

Ultima curiosità: la componente civica si è però sfaldata visto che nel nuovo gruppo di Lega-M5s e centrodestra non confluirà, oltre a Smeraldi, anche la maggioranza di Zocca, che resterà invece legate al centrosinistra. —