Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Carpi. Spacciavano droga a imprenditori modelle e calciatori: arrestati

In manette due fratelli che rifornivano clienti residenti in città Nascondevano piccole dosi in bocca per non finire nei guai

CARPI. I carabinieri della Compagnia di Carpi hanno stroncato un vasto giro di droga che aveva come rete di cliente più personaggi del mondo dell’imprenditoria, dello sport, e del jet- set.

Un’operazione che ha raggiunto il culmine dopo settimane di approfondimenti da parte dei militari. Nella notte fra domenica e lunedì il nucleo operativo della Compagnia di Carpi insieme alle stazioni di Cavezzo e di San Prospero hanno fatto un blitz presso le abitazioni di due fratelli tunisini residenti a ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARPI. I carabinieri della Compagnia di Carpi hanno stroncato un vasto giro di droga che aveva come rete di cliente più personaggi del mondo dell’imprenditoria, dello sport, e del jet- set.

Un’operazione che ha raggiunto il culmine dopo settimane di approfondimenti da parte dei militari. Nella notte fra domenica e lunedì il nucleo operativo della Compagnia di Carpi insieme alle stazioni di Cavezzo e di San Prospero hanno fatto un blitz presso le abitazioni di due fratelli tunisini residenti a Cavezzo. E lì hanno trovato tutto l’occorrente per lo spaccio, oltre a contanti per migliaia di euro, frutto dell’attività legata alla droga.

IL BLITZ

I carabinieri hanno fermato i due fratelli, uno di 38 e l’altro di 34 anni, in via Volturno a Carpi. Dopo averli identificati e trovati con addosso quattro grammi di cocaina, i militari hanno proceduto alla perquisizione nell’appartamento in cui abitano i due. Qui sono stati ritrovati tutti gli strumenti necessari per svolgere un’intensa attività di spaccio che coinvolgeva una fitta rete di clienti. Tra questi oggetti ci sono tre cellulari, contanti per 4500 euro e altro occorrente. I carabinieri hanno anche ritrovato altri 25 grammi di cocaina e hascisc presso il domicilio dei due. È stato così evidente che le indagini, che duravano da settimane, avevano condotto in modo inequivocabile presso due spacciatori.

IL MODUS OPERANDI

I due fratelli avevano architettato una strategia per evitare di finire dei guai. Suddividevano i quantitativi di droga in dosi talmente piccole da non essere perseguibili per il reato di spaccio. Dosi che infilavano in bocca. Stavolta, però non sono riusciti a evitare le manette. I carabinieri li hanno infatti arrestati e sono finiti in carcere. Quando sono stati fermati dai militari avevano alcune palline di cocaina pronte per essere consegnate direttamente a domicilio di chi ne faceva richiesta. I due fratelli, infatti, rifornivano a casa i clienti che richiedevano la droga. Un meccanismo ben strutturato che durava ormai da parecchio tempo.

LA CLIENTELA

I due spacciatori erano il punto di riferimento per modelle, calciatori non professionisti, imprenditori tessili e l'ex concorrente di un reality show. Non ci sono solo personaggi in vista, però, nel giro di clienti scoperto dai militari: tra chi si riforniva da loro ci sono anche operai, impiegati, una hostess di volo. I carabinieri erano da tempo sulle tracce dei due spacciatori, i quali non consegnavano mai più di una dose alla volta per non incappare nel reato di spaccio. Un espediente che, però, stavolta non ha funzionato. —

SERENA ARBIZZI

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI