Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La Polivalente festeggia i settant’anni di attività

SAN PROSPERO. La Polivalente di San Prospero ha spento 70 candeline e festeggiato con un evento dedicato presso la sede di Via Chiletti. Una festa non solo per festeggiare ma anche per ricordare il...

SAN PROSPERO. La Polivalente di San Prospero ha spento 70 candeline e festeggiato con un evento dedicato presso la sede di Via Chiletti. Una festa non solo per festeggiare ma anche per ricordare il lavoro svolto in questi anni, di tanti cittadini e volontari al servizio della collettività. «È stata un’occasione - spiega il presidente della Polivalente Adriano Ferrari - per ringraziare chi in questi anni ha lavorato e partecipato alle attività della Polivalente». Ferrari continua citando i 6 ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN PROSPERO. La Polivalente di San Prospero ha spento 70 candeline e festeggiato con un evento dedicato presso la sede di Via Chiletti. Una festa non solo per festeggiare ma anche per ricordare il lavoro svolto in questi anni, di tanti cittadini e volontari al servizio della collettività. «È stata un’occasione - spiega il presidente della Polivalente Adriano Ferrari - per ringraziare chi in questi anni ha lavorato e partecipato alle attività della Polivalente». Ferrari continua citando i 6 presidenti che l’hanno preceduto e che saranno presenti all’evento: Vincenzo Malpighi, Ettore Gasparini, Zeno Ori, Gianni Beghelli, Franco Golinelli e Tiziano Tagliazucchi. «Abbiamo proiettato vecchie immagini ripercorrendo la storia della Polivalente insieme ai presenti». Ricorda il sindaco Sauro Borghi: «La Polivalente è un punto di riferimento per quanto riguarda il sociale, luogo di aggregazione e partecipazione». Hanno preso parte all’evento anche le associazioni del territorio, Avis, Croce Blu, Protezione Civile, Proloco e Arci Modena. Infine, il sindaco e il presidente ricordano anche l’importanza che il luogo ha avuto e con esso anche lo staff della cucina che, nei mesi successivi al terremoto, ha supportato e aiutato le persone accampate, cucinando per tutti e diventando uno dei punti di riferimento in paese. Oggi presso la Polivalente inoltre si svolgono molte attività, dalle cene, corsi di ballo, yoga e tante altre iniziative. —

SERENA FREGNI.