Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Domani l’addio a Toschi punto da un calabrone

FIORANOSi terranno domani i funerali di Giovanni Toschi, il pensionato fioranese morto sabato a Romanoro di Frassinoro per lo choc anafilattico seguito alla puntura di un calabrone. Ieri mattina la...

FIORANO

Si terranno domani i funerali di Giovanni Toschi, il pensionato fioranese morto sabato a Romanoro di Frassinoro per lo choc anafilattico seguito alla puntura di un calabrone. Ieri mattina la Procura ha liberato la salma, e questo ha permesso alle Onoranze Coriani (di Montefiorino, che hanno effettuato il recupero sabato) di fissare la cerimonia per la giornata di domani alle 9.30 a Sassuolo nella chiesa di Madonna di Sotto. Al termine, la salma proseguirà per l'Ara Crematoria di Moden ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

FIORANO

Si terranno domani i funerali di Giovanni Toschi, il pensionato fioranese morto sabato a Romanoro di Frassinoro per lo choc anafilattico seguito alla puntura di un calabrone. Ieri mattina la Procura ha liberato la salma, e questo ha permesso alle Onoranze Coriani (di Montefiorino, che hanno effettuato il recupero sabato) di fissare la cerimonia per la giornata di domani alle 9.30 a Sassuolo nella chiesa di Madonna di Sotto. Al termine, la salma proseguirà per l'Ara Crematoria di Modena. Toschi, 76 anni, lascia la moglie Ida, i figli Patrizia e Mario, tre nipoti e gli altri parenti rimasti sotto choc per la dinamica che in neanche una mezz'ora si è portata via un uomo ancora attivissimo: Toschi era stato un gran lavoratore per tutta la sua vita e anche nella pensione non trascorreva giorno senza rendersi utile in famiglia, e non solo. Nessun dubbio sulle cause della morte, tanto che non è nemmeno stata eseguita l'autopsia: alla Medicina legale è bastata una ricognizione esterna per trovare conferma dello choc anafilattico. Il calabrone lo ha punto verso le 17 mentre stava lavorando nel cortile della sua casa di Romanoro (borgo della Capanna) suo luogo d'origine dove amava tornare tutte le volte che poteva, come aveva fatto anche sabato mattina. —

D.M.