Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cavezzo. Le Croci Blu in lutto per il volontario Salvo «Un amico generoso»

L’artigiano 43enne morto schiacciato dal suo furgoncino. Dolore anche a Camposanto: «Saremo al funerale in divisa»

CAVEZZO. È ancora in Medicina Legale a Modena la salma di Salvatore Aiello. Se la Procura dovesse dare il nullaosta per il rilascio oggi, i funerali dovrebbero tenersi martedì mattina a Cavezzo con sepoltura nel cimitero locale.

Il 43enne cavezzese, artigiano e volontario alla Croce Blu a Camposanto, è deceduto giovedì sera mentre stava facendo dei lavori sull’abitazione di via Gavioli da poco acquistata con la moglie Lucia Mangolini e i loro due figli di 13 e 6 anni.

Una morte atroce la sua: ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAVEZZO. È ancora in Medicina Legale a Modena la salma di Salvatore Aiello. Se la Procura dovesse dare il nullaosta per il rilascio oggi, i funerali dovrebbero tenersi martedì mattina a Cavezzo con sepoltura nel cimitero locale.

Il 43enne cavezzese, artigiano e volontario alla Croce Blu a Camposanto, è deceduto giovedì sera mentre stava facendo dei lavori sull’abitazione di via Gavioli da poco acquistata con la moglie Lucia Mangolini e i loro due figli di 13 e 6 anni.

Una morte atroce la sua: schiacciato tra la recinzione della casa e il suo Iveco che si è ribaltato a causa del pesante sacco di pietrame che, sollevato sulla gru, ha fatto leva.

Un ricordo commovente quello degli amici della Croce Blu di Camposanto che hanno condiviso con lui quasi 8 anni di interventi come di risate in compagnia. Una seconda famiglia che ancora non riesce a capacitarsi della disgrazia ma che di comune accordo ha deciso che ai funerali parteciperà in divisa insieme ai colleghi delle principali Croci Blu della Bassa, della provincia e del mantovano.



«“Non riesco a crederci - si sfoga il presidente della Croce Blu di Camposanto Luca Mescoli - Salvo era una persona squisita, buona, che dava il mondo per gli altri. Abbiamo condiviso sette anni e mezzo bellissimi: nel nostro gruppo c’è anche il nipote Nicholas. Sono stati momenti di risate e battute perché non si stancava mai di ridere. L’anno scorso aveva avuto un infortunio sul lavoro (era crollato da un’impalcatura, ndr) ma appena guarito era tornato: aveva davvero una grande passione. Ora staremo vicini alla moglie e ai bimbi».

«Un colpo al cuore - dice un’altra compagna in Croce Blu, Romina Pareschi - ci ha lasciati una brava persona, onesta, pulita, sempre disponibile e gran lavoratore. Resteranno i tanti episodi vissuti insieme, il suo sorriso e le sue battute genuine».

«Siamo addolorati: faceva parte della nostra famiglia e gli daremo un ultimo saluto tutti uniti», puntualizza il collega Muhammad Tariq Nadeem. Messaggi di cordoglio anche dall’associazione “Sei di Camposanto se” e dall’Avis di Camposanto. Come dal sindaco Monja Zaniboni: «Notizia che ha sconvolto tutti: era un volontario che ha fatto tanto per il paese. Siamo vicini alla famiglia». —