Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Prefetto: quella dei furti nelle chiese modenesi non è una emergenza

Non esiste alcuna emergenza furti nelle chiese. Ogni episodio ovviamente verrà affrontato con rigore e dedizione dal punto di vista delle indagini. Il messaggio arriva dalla prefettura al termine...

Non esiste alcuna emergenza furti nelle chiese. Ogni episodio ovviamente verrà affrontato con rigore e dedizione dal punto di vista delle indagini. Il messaggio arriva dalla prefettura al termine della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica cui hanno preso parte il procuratore della Repubblica di Modena, i vicari generali delle Diocesi di Modena e Bologna, un rappresentante del Nucleo carabinieri per la tutela del patrimonio culturale, oltre al sindaco e presi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Non esiste alcuna emergenza furti nelle chiese. Ogni episodio ovviamente verrà affrontato con rigore e dedizione dal punto di vista delle indagini. Il messaggio arriva dalla prefettura al termine della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica cui hanno preso parte il procuratore della Repubblica di Modena, i vicari generali delle Diocesi di Modena e Bologna, un rappresentante del Nucleo carabinieri per la tutela del patrimonio culturale, oltre al sindaco e presidente della Provincia e ai vertici provinciali delle forze di polizia e dei vigili del fuoco.

Nell’incontro dunque si è fatto il punto della situazione di sicurezza che riguarda i luoghi di culto, alla luce anche del numero dei furti che sono stati commessi dall’inizio dell’anno ad oggi: otto nell’ambito delle 459 chiese della provincia. «Sulla base di tali riscontri - spiega una nota della prefettura - concordemente si è ritenuto che la situazione non possa qualificarsi come emergenza». Si è confermata la «particolare attenzione che ogni singolo episodio merita, sia sotto il profilo delle indagini, attivamente perseguite dalla polizia giudiziaria coordinata dalla Procura della Repubblica, sia sul piano delle misure di sicurezza». Sotto questo ultimo aspetto, in particolare, il prefetto Maria Patrizia Paba ha disposto «il rafforzamento della vigilanza, che si avvarrà anche della collaborazione con le autorità ecclesiastiche. Per potenziare la sicurezza è di fondamentale importanza l’opera di sensibilizzazione che la Diocesi di Modena svolgerà per assicurare la tempestività delle denunce di eventuali furti o danneggiamenti e l’adozione generale di alcune regole pratiche precauzionali». A tal riguardo prosegue, inoltre, fino al completamento, il progetto della Diocesi di Modena per la catalogazione dei beni artistici e culturali presenti nelle Chiese della provincia così come prosegue la pianificazione della progressiva installazione di apparati tecnologici antintrusione. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI