Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Una petizione a favore del nuovo supermarket

Dovrebbe sorgere all’interno del centro polifunzionale, una palazzina di quattro piani finita nel limbo dopo l’ok del Consiglio

SESTOLA

È partita una petizione a Sestola per dire sì al nuovo centro polifunzionale da 1.600 metri all’ingresso del paese, nell’area di piazza Romania (dietro al distributore, sotto piazza Marchiani).

Una palazzina di quattro piani di 400 metri ciascuno: quello interrato di garage, il primo con un centro benessere (spa), il secondo con un supermarket e l’ultimo di uffici e ambulatori. Un anno fa in Consiglio fu approvata la variante urbanistica preliminare, ma ora tutto sembra finito nel lim ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SESTOLA

È partita una petizione a Sestola per dire sì al nuovo centro polifunzionale da 1.600 metri all’ingresso del paese, nell’area di piazza Romania (dietro al distributore, sotto piazza Marchiani).

Una palazzina di quattro piani di 400 metri ciascuno: quello interrato di garage, il primo con un centro benessere (spa), il secondo con un supermarket e l’ultimo di uffici e ambulatori. Un anno fa in Consiglio fu approvata la variante urbanistica preliminare, ma ora tutto sembra finito nel limbo. E così un gruppo di persone si è dato da fare. Nel documento viene ricordato innanzitutto il piano di apertura di «un piccolo ma estremamente necessario supermercato», ma anche la svolta logistica che si avrebbe con l’installazione dei due ascensori che porterebbero dal parcheggio subito in centro storico.

«A tutt’oggi non ci sono notizie sull’inizio dei lavori – si sottolinea – e pare che ciò sia dovuto alla mancata approvazione definitiva del progetto da parte del Comune». Di qui la richiesta «che si provveda con urgenza a concludere l’iter burocratico in modo da consentire l’avvio dei lavori per dare a Sestola una struttura di servizio fondamentale e di grande utilità».

Il tutto corredato da 112 firme raccolte in pochi giorni e già protocollate. Oltre a sestolesi, hanno firmato tanti proprietari e affittuari di seconde case, che vedono di buon occhio il market anche alla luce della definitiva chiusura, a fine agosto, dell’unico punto vendita di articoli per la casa presente in paese. Il sindaco Marco Bonucchi aveva spiegato lo stallo con criticità urbanistiche emerse nel progetto. Ma l’ingegner Paolo Ferrari, che lo sta seguendo, ribatte: «Non esistono a mia conoscenza criticità. È stata sollevata una riserva da parte della Provincia sulla futura eventuale realizzazione di un parcheggio multipiano, riserva a cui l’ufficio Urbanistica del Comune ha puntualmente controdedotto. Trattandosi di un progetto complesso e articolato, peraltro condiviso lungo tutto il percorso con l’amministrazione comunale, che coinvolge vari enti e competenze, è normale che vi sia qualche ostacolo da superare. L’importante è condividere l’obiettivo, il che mi pare assodato, altrimenti non si sarebbe giunti all’adozione. So che la proprietà ha chiesto in questi ultimi mesi più volte un incontro al sindaco, ma ad oggi non è pervenuta alcuna risposta. Questa mi pare la vera criticità». —