Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Otto ruote motrici tra incendi e alluvioni

I Vigili del fuoco di Modena, primi in Italia, collaudano un mezzo da 60 mila euro. È anche in grado di navigare



Ha otto ruote motrici, l’ingombro di un’utilitaria, il motore da 750 cc (come quello che equipaggiava la serie delle vecchie e irripetibili Panda) e supera dislivelli quasi verticali portando 6 persone a bordo. Da ultimo, ma non per ultimo, il veicolo affidato da tre giorni ai Vigili del Fuoco di Modena, è capace di muoversi in acqua, navigando, utilizzando solo le lamelle delle ruote perchè il guscio di plastica sotto la scocca garantisce il galleggiamento.

Se serve andare più veloci in acqu ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter



Ha otto ruote motrici, l’ingombro di un’utilitaria, il motore da 750 cc (come quello che equipaggiava la serie delle vecchie e irripetibili Panda) e supera dislivelli quasi verticali portando 6 persone a bordo. Da ultimo, ma non per ultimo, il veicolo affidato da tre giorni ai Vigili del Fuoco di Modena, è capace di muoversi in acqua, navigando, utilizzando solo le lamelle delle ruote perchè il guscio di plastica sotto la scocca garantisce il galleggiamento.

Se serve andare più veloci in acqua, come in caso di alluvioni e torrenti straripati, si può montare un piccolo fuoribordo su una staffa già predisposta. E se il veicolo rimane bloccato in condizioni impossibili? Il guidatore può scendere, tirare la fune dal verricello montato sopra il paraurti, e sistemare il cangio di traino attorno a un albero a metri di distanza: l’Avenger Responder viene tirato al sicuro come un secchio da una carrucola.

Sono queste le principali caratteristiche del mezzo anfibio sistemato nella caserma di via Formigina a disposizione dei pompieri modenesi per i soccorsi in ogni condizione di tempo e spazio.

È il primo e unico mezzo di questo tipo in dotazione e proprio a Modena, culla dei motori da corsa e delle superauto, per una sperimentazione a tutto campo. Vista la sua versatilità verrà impiegato in ogni condizione e, prevedibilmente, anche fuori provincia. Il costo? Attrezzato con tutti gli optional (rollbar, attrezzature antincendio, barella, cingoli per andare sulla neve fresca e tanto altro ancora, a cominciare dal serbatoio e le pompe per l’uso antincendio) si arriva a 60 mila euro.

Nel frattempo i vigili modenesi effettueranno dei corsi di formazione per la guida in condizioni critiche. Se apparentemente ha tutte le caratteristiche di una vettura su strada, anche se difficilmente supera i 40 km di velocità su strada, sui terreni sconnessi è semplicemente insuperabile. I nostri pompieri lo hanno provato in condizioni difficili, dagli argini quasi verticali del Secchia a Campogalliano, sino ai terreni più aquitrinosi dove neppure le jeep estreme riescono a passare: risultati ottimali, che hanno lasciato a bocca aperta gli uomini con il casco rosso.

Il peso di 4 quintali del mezzo ha fatto subito pensare alla possibilità del trasporto con l’elicottero, per arrivare nei tempi più rapidi sui luoghi dell’emergenza. La velocità è l’unico limite vero, che viene superato con un carrello di traino su un altro mezzo per il trasporto veloce. —