Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Modena, Il metodo sillabico entra in classe

Presentati i positivi risultati della sperimentazione che si è svolta nelle scuole di Modena Un nuovo sistema, più “naturale” per gli alunni, per imparare a leggere e a scrivere

Per moltissimi insegnanti, tutor e formatori modenesi (ma non solo) il “metodo sillabico” non è certo una novità. Ma forse qualcuno manca ancora all’appello. E la notizia è di quelle belle.

A maggio è stato pubblicato anche un articolo nella rivista di ricerca clinica applicativa “Dislessia” (Erickson, Vol. 15, n. 2, maggio 2018) dove è stato “finalmente” presentato il percorso di sperimentazione del metodo sillabico per imparare a leggere e scrivere svolto proprio nel Comune di Modena.

Alla r ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Per moltissimi insegnanti, tutor e formatori modenesi (ma non solo) il “metodo sillabico” non è certo una novità. Ma forse qualcuno manca ancora all’appello. E la notizia è di quelle belle.

A maggio è stato pubblicato anche un articolo nella rivista di ricerca clinica applicativa “Dislessia” (Erickson, Vol. 15, n. 2, maggio 2018) dove è stato “finalmente” presentato il percorso di sperimentazione del metodo sillabico per imparare a leggere e scrivere svolto proprio nel Comune di Modena.

Alla ricerca, si legge “hanno partecipato 177 bambini frequentanti la classe prima primaria di due differenti plessi scolastici del Comune di Modena: 93 bambini costituivano il gruppo sperimentale dove è stato applicato il metodo sillabico per imparare a leggere e a scrivere e 84 bambini rappresentavano il gruppo di controllo con metodologia tradizionale di avviamento alla letto-scrittura (scuola Rodari)”.



Come spiega il dottor Roberto Padovani, Psicologo Psicoterapeuta, referente DSA per la città, a Modena “è stato condotto un progetto congiunto tra le istituzioni scolastiche e quelle sanitarie: Servizio di Psicologia Clinica, AUSL di Modena, consulenti privati - dott.ssa Beatrice Bertelli - e istituto formativo ANSvi di Parma. Nello specifico, il Metodo Sillabico, che insegna ai bambini a leggere e scrivere presentando le sillabe (SI, MO, TU, …) invece delle singole lettere è stato introdotto nella Scuola Primaria Saliceto Panaro. Si tratta di un approccio con solide basi scientifiche, legate alle teorie dello sviluppo cognitivo e linguistico che studiano le modalità di aiuto per i bambini che potrebbero sviluppare problematiche di apprendimento. I risultati appaiono inequivocabili”.

“Con i genitori dei bambini coinvolti sono stati condotti tre incontri informativi (settembre 2016, gennaio 2017, giugno 2017) per presentare il progetto, discuterne l’evoluzione e l’esito. Nel corso della sperimentazione – conclude Padovani - tutti i partecipanti (bambini, famiglie e corpo docente) hanno riscontrato molteplici elementi positivi di questa nuova modalità di insegnamento, che appare più semplice perché basata sulla competenza sillabica, una capacità che spontaneamente i bambini sviluppano già in età prescolare. Il progetto di utilizzo del Metodo Sillabico, che si è spontaneamente allargato ora ad altri plessi scolastici di Modena, può essere ritenuto una buona prassi degli istituti scolastici e ci si augura che possa essere ulteriormente diffuso sul territorio”.