Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Papa Francesco: «Anno Santo per l’Abbazia»

Il Pontefice concede il giubileo da domenica 16 settembre fino al 31 dicembre 2019 in occasione della riapertura della chiesa di San Silvestro 

NONANTOLA

Inizierà domenica 16 settembre, data della riapertura della abbazia San Silvestro I di Nonantola dopo il complesso lavoro di restauro post sisma, e durerà fino al 31 dicembre 2019, l’Anno Santo Giubilare concesso da Papa Francesco per la solenne occasione, un motivo in più di orgoglio e denso significato che fa crescere la grande attesa per tutti i nonantolani. L’Arcivescovo Abate di Modena-Nonantola, Erio Castellucci, aveva inoltrato alla Santa Sede richiesta di indulgenza plenaria ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

NONANTOLA

Inizierà domenica 16 settembre, data della riapertura della abbazia San Silvestro I di Nonantola dopo il complesso lavoro di restauro post sisma, e durerà fino al 31 dicembre 2019, l’Anno Santo Giubilare concesso da Papa Francesco per la solenne occasione, un motivo in più di orgoglio e denso significato che fa crescere la grande attesa per tutti i nonantolani. L’Arcivescovo Abate di Modena-Nonantola, Erio Castellucci, aveva inoltrato alla Santa Sede richiesta di indulgenza plenaria per i fedeli nella primavera scorsa. Il decreto di concessione, cioè l’atto papale con il quale il pontefice concede giubileo, è arrivato in tempi brevi. Dal documento si evincono condizioni e dettagli.

«Si concede l’indulgenza plenaria alle consuete condizioni (confessione sacramentale, Comunione eucaristica, preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice). I fedeli che avranno devotamente ricevuto la suddetta benedizione papale, anche qualora per valido motivo non abbiano partecipato ai sacri riti in modo diretto ma attraverso trasmissione televisiva o radiofonica, potranno ugualmente conseguire l’indulgenza plenaria».

Per quanto riguarda le persone impedite da malattia, età o altra grave causa, esse otterranno parimenti indulgenza plenaria se, soddisfatte in tempi brevi le tre enunciate condizioni, si uniranno spiritualmente ad altra sacra celebrazione.

Il parroco di Nonantola, don Alberto Zironi, non nasconde il senso di gioiosa attesa per il gran giorno, «una gioia riconoscente» che pervade lui e gli altri “confratelli del Capitolo abbaziale”. Da domenica 16, finalmente, Nonantola riabbraccia la sua abbazia. —

PATRIZIA CANTUSCI