Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Carpi, abbandona il figlio in auto e va a rubare

Nei guai una 34enne che ha tentato di rubare l'unità esterna di un climatizzatore mentre il figlio dormiva in macchina

CARPI.  Per compiere un furto lascia in auto il figlio di un anno. Protagonista della vicenda, avvenuta l'altra sera a Correggio, è una mamma di 34 anni, denunciata dai carabinieri per tentato furto aggravato, possesso di strumenti atti allo scasso e abbandono di minori. La donna, originaria di Carpi e residente nella bassa reggiana, si era vestita con una maschera di anonymous e una tuta, indossando dei guanti e portando uno zaino. Aveva con sè anche una scala e degli attrezzi con cui aveva ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARPI.  Per compiere un furto lascia in auto il figlio di un anno. Protagonista della vicenda, avvenuta l'altra sera a Correggio, è una mamma di 34 anni, denunciata dai carabinieri per tentato furto aggravato, possesso di strumenti atti allo scasso e abbandono di minori. La donna, originaria di Carpi e residente nella bassa reggiana, si era vestita con una maschera di anonymous e una tuta, indossando dei guanti e portando uno zaino. Aveva con sè anche una scala e degli attrezzi con cui aveva tentato di rubare- senza riuscirci- il climatizzatore esterno di una agenzia assicurativa.


Il figlio, invece, lo aveva lasciato sull'auto dopo aver coperto entrambe le targhe con del cellophane nero. Proprio questo fatto ha insospettito alcuni residenti che, dopo aver visto scendere la donna con il volto coperto dalla maschera, hanno chiamato sul posto i carabinieri. Nell'auto i militari hanno prima trovato il bambino, che dormiva sul sedile posteriore della vettura chiusa a chiave. Poco dopo si è presentata anche la mamma, ancora mascherata e con indosso l'equipaggiamento da scasso. Le immagini registrate dal circuito di videosorveglianza della zona hanno permesso di ricostruire i movimenti della 34enne, inchiodandola.