Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Una rissa in centro città Interviene la Municipale

Dei ragazzi stranieri hanno aggredito alcuni coetanei sabato alle 22,30 tra la zona del parco Ducale e piazza Martiri Partigiani. “Io e quattro miei amici stavamo andando al Temple bar quando quattro...

Dei ragazzi stranieri hanno aggredito alcuni coetanei sabato alle 22,30 tra la zona del parco Ducale e piazza Martiri Partigiani. “Io e quattro miei amici stavamo andando al Temple bar quando quattro ragazzi, tre marocchini e un russo, tutti tra i 16 e i 17 anni, ci hanno accerchiato chiedendoci una sigaretta e poi il portafoglio ed il telefono, spruzzandoci spray al peperoncino, pizzicandoci con un teaser, che aveva in mano il russo, e con tanto di bottiglie di Vodka - racconta una delle vi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Dei ragazzi stranieri hanno aggredito alcuni coetanei sabato alle 22,30 tra la zona del parco Ducale e piazza Martiri Partigiani. “Io e quattro miei amici stavamo andando al Temple bar quando quattro ragazzi, tre marocchini e un russo, tutti tra i 16 e i 17 anni, ci hanno accerchiato chiedendoci una sigaretta e poi il portafoglio ed il telefono, spruzzandoci spray al peperoncino, pizzicandoci con un teaser, che aveva in mano il russo, e con tanto di bottiglie di Vodka - racconta una delle vittime - avevano delle facce distrutte e occhi rossissimi; per fortuna siamo riusciti a scappare e stiamo tutti bene, ma come è capitato a noi poteva succedere ad una mamma e suo figlio: non ho parole”. Ma il tafferuglio non si è fermato lì. “Io ed un’amica passavamo in auto quando abbiamo visto un ragazzo steso a terra sanguinante, almeno quindici ragazzi intorno ed altri tre stranieri che scappavano. Mi sono fermata e ho chiamato la polizia. Mio figlio doveva uscire e andare in un locale della zona: gli ho detto di evitare. Ho avuto paura: è ora di fare qualcosa per la sicurezza di Sassuolo”. “Anche mio figlio, passando da piazza Grande, ha visto dei ragazzi che si prendevano a cazzotti, bottiglie rotte, un teaser e gente a terra. Mi ha detto che alla fine sono intervenuti degli adulti e la municipale. Ma Sassuolo, per via di queste bande, è una polveriera” ha detto l’ex sindaco Luca Caselli. —

VALE C.