Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Carpi. In fiamme tre automobili Caccia aperta all'incendiario

In via Medaglie d'Oro distrutta una Opel Corsa, danneggiati un pick up e una Kia Le telecamere registrano un uomo in zona



CARPI. Un boato ha squarciato il silenzio in via Medaglie d’Oro nella notte fra domenica e ieri. Poi, all’improvviso, sono divampate la fiamme accompagnate da una grande nuvola di fumo e si è scatenato l’inferno. Coinvolte nel rogo tre auto, una delle quali andata carbonizzata.



Erano quasi le due quando i residenti di via Medaglie d’oro si sono svegliati di soprassalto da un rumore assordante. Chi si è affacciato alla finestra ha assistito a una scena terribile. Un’auto stava bruciando e le f ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter



CARPI. Un boato ha squarciato il silenzio in via Medaglie d’Oro nella notte fra domenica e ieri. Poi, all’improvviso, sono divampate la fiamme accompagnate da una grande nuvola di fumo e si è scatenato l’inferno. Coinvolte nel rogo tre auto, una delle quali andata carbonizzata.



Erano quasi le due quando i residenti di via Medaglie d’oro si sono svegliati di soprassalto da un rumore assordante. Chi si è affacciato alla finestra ha assistito a una scena terribile. Un’auto stava bruciando e le fiamme si stavano estendendo alle due vetture vicine. Un residente grida: “C’è un impianto a gas nella mia auto: corro a spostarla, altrimenti può essere una strage”. E la sposta mentre le fiamme stanno distruggendo la vettura da cui sono scaturite.

L’incendio è partito da un’Opel Corsa parcheggiata in via Medaglie d’oro, all’altezza dell’incrocio con via Manzoni. L’auto appartiene al residente dell’abitazione di fronte al parcheggio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco insieme ai carabinieri. Nelle prime ore i sospetti principali facevano pensare ad un cortocicruito, ma la visione di alcune telecamere di sicurezza anno indirizzato le indagini degli investigatori verso la pista dell'incendio doloso. Dalle registrazioni si nota infatti un uomo, apparentemente tra i 30 e i 40 anni, aggirarsi nella zona.

L’Opel ha preso fuoco dopo che il clacson ha risuonato a lungo. I vigili del fuoco, arrivati sul posto, hanno spostato le auto vicine: un pick up e una Kia per evitare che potessero essere ulteriormente danneggiate dalle fiamme. L’Opel Corsa è andata completamente distrutta, mentre le altre due si sono pesantemente rovinate sulla fiancata. Danni in grande quantità, quindi, per i proprietari in seguito allo scoppio e all’incendio.



«Vivo al primo piano di uno dei palazzi di fronte all’incendio - racconta Elena Istoc - Mi sono spaventata da morire. Mi sono affacciata al balcone e le macchine erano ricoperte da una nuvola di fiamme. Inizialmente, pensavamo ad allarmi delle automobili, quando abbiamo sentito quel rumore assordante. Poi, ci siamo resi conto che dal suono dell’allarme si era passati ben presto all’incendio. Abbiamo chiamato i vigili del fuoco che sono accorsi subito».



«Noi ci siamo precipitati in strada, spaventati da quell’inferno di fuoco. All’improvviso uno dei proprietari delle auto ha detto che vicino alle fiamme c’era una jeep contenente una bombola di gas - continua Elena - poteva essere una strage: per fortuna la jeep con la bombola è stata spostata e non è avvenuto nulla. Le fiamme sono divampate dall’Opel, poi si sono presto estese ad altre vetture, una delle quali di proprietà di cinesi che abitano nella nostra via».

Ieri mattina gli “scheletri” delle tre vetture bruciate erano ancora parcheggiati in via Medaglie d’Oro. La luce del giorno ha evidenziato i danni riportati durante la notte appena trascorsa. Danni pesantissimi a tutte le tre vetture.