Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ladri assaltano pollaio «Scomparse 60 galline»

CAMPOSANTOQuando si dice “ladri di polli”. Il noto detto popolare stavolta si è verificato sul serio. È quello che è successo ad una conosciuta vedova 84enne che sabato mattina, allertata da un...

CAMPOSANTO

Quando si dice “ladri di polli”. Il noto detto popolare stavolta si è verificato sul serio. È quello che è successo ad una conosciuta vedova 84enne che sabato mattina, allertata da un vicino, ha scoperto di essere stata “spennata” di sessanta polli - per un valore complessivo di un migliaio di euro - che si trovavano presso un piccolo appezzamento di terra recintato e di sua proprietà in via per Cavezzo. Dove qualche ignoto, la notte prima, si è introdotto per far man bassa dei pen ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPOSANTO

Quando si dice “ladri di polli”. Il noto detto popolare stavolta si è verificato sul serio. È quello che è successo ad una conosciuta vedova 84enne che sabato mattina, allertata da un vicino, ha scoperto di essere stata “spennata” di sessanta polli - per un valore complessivo di un migliaio di euro - che si trovavano presso un piccolo appezzamento di terra recintato e di sua proprietà in via per Cavezzo. Dove qualche ignoto, la notte prima, si è introdotto per far man bassa dei pennuti, lasciandogliene solo cinque.

«Un vicino mi ha detto che venerdì, tra le 23 e mezzanotte, ha sentito i polli che facevano un gran casino - racconta la donna - probabilmente hanno scavalcato la rete dalla parte delle fabbriche e poi col buio hanno agito indisturbati. Possiedo la terra dal 1985 e questo è il primo furto. Ad aprile, invece, una domenica mattina mi hanno svaligiato casa mentre sono stata fuori un’ora per fare la spesa al Sigma. Davvero brutti i tempi in cui viviamo». —

VALE C.